Eccellenza B: Igea in vetta, bene Acireale, Troina e Giarre

Barcellona P. G. – Il torneo di Eccellenza B apre il nuovo anno con una capolista rinnovata: l’Igea Virtus Barcellona. I giallorossi di mister Raffaele asfaltano senza mezze misure l’Orlandina o quel che ne resta, vincono 8-0 e, complice lo 0-0 tra Leonzio e Sporting Taormina, conquistano il primato con una lunghezza di vantaggio proprio sui bianconeri. Belle vittorie anche per Acireale (1-2 in rimonta a Viagrande) e Troina (secco 3-0 sul Modica), mentre cade il Palazzolo contro un Giarre vivacissimo nel finale di gara.

Il sedicesimo turno del girone B di Eccellenza è dunque griffato Igea Virtus. Poco da raccontare riguardo l’incontro con la derelitta Orlandina di mister Nicola Ferrara. Doppiette per Genovese e Biondo, finalmente in campo, gol per Pino, Ravidà, Lanza e il baby Valenti e record su record per i barcellonesi, che vantano un attacco strepitoso (44 reti fatte) e una difesa ermetica (6 segnature al passivo). Gli acciacchi non hanno fermato i ragazzi di Raffaele, meritatamente in testa al girone in questo inizio di 2016. Dietro, la Leonzio impatta 0-0 in casa contro un coriaceo Sporting Taormina, mentre il Rocca di Capri Leone supera nel derby il Milazzo con un gol di testa di capitan Russo. Vince anche il Troina, che si sbarazza senza troppi grattacapi del Modica per 3-0 con le reti di Adeyemo, Varela e del solito Diop. Importante vittoria in rimonta per l’Acireale, che all’8 va sotto a Viagrande per effetto del gol di Grazioso. Nella seconda metà del primo tempo il pari degli acesi di mister Raciti è firmato Contino e nella ripresa, al 64′, ecco la rete che vale i tre punti ad opera di Caputa. Il Viagrande chiude in nove per le espulsioni di Borzì e Tornatore, l’Acireale in dieci, rosso a Contino.

Fuori dalla zona play-off, il Palazzolo si arrende ad un mai domo Giarre. I gialloverdi di mister Strano passano in vantaggio con il sempreverde Filicetti. La reazione dei gialloblù di casa è racchiusa in un finale da urlo. Al minuto numero 86, infatti, i padroni di casa pervengono al pareggio con un bel colpo di testa di Patti su traversone di Munafò. In pieno recupero, quindi, l’ex di turno Miraglia calcia a colpo sicuro, costringendo Ricca al salvataggio in extremis con un braccio: rosso per il difensore e penalty per il Giarre, con Trovato S. che spiazza l’estremo difensore ospite e regala tre punti ai catanesi. Successo, infine, per l’Atletico Catania di Pietro Infantino, che inizia la sua rincorsa alla salvezza superando per 1-3 in esterna il Rosolini.

Francesco Gugliotta

(Visited 156 times, 1 visits today)