La Folgore blocca il Gela, 0-0 al “Presti”

Gela – Al “Vincenzo Presti” di Gela la corazzata di Totò Brucculeri non va oltre lo 0-0 contro una Folgore operaia e ben disposta in campo. Un pareggio che è oro colato per la compagine castelvetranese che, alla vigilia della gara, non aveva nulla da perdere. Il risultato, invece, lascia l’amaro in bocca ai nisseni che, visto il concomitante pareggio della capolista Sancataldese, perdono l’opportunità di balzare in testa alla classifica. Oltre che sul terreno di gioco la sfida si è giocata anche sugli spalti, da dove i due tecnici, entrambi squalificati, hanno continuamente impartito ordini alle rispettive panchine.

Biancazzurri privi del faro Bonaffini a centrocampo, assenza che è pesata nell’impostazione del gioco, e di Runza e Treppiedi in difesa. Il tecnico rossonero Catanese, invece, ha confermato dieci undicesimi della formazione che, mercoledì scorso, ha battuto il Mazara. A rappresentare l’unica novità fra i folgorini il rientro di Bonino al posto dello squalificato Scappini. La gara parte male per gli ospiti che dopo appena nove minuti perdono Vito Migliore per un problema muscolare, sostituito in mediana da Messina Denaro. Le prime occasioni della partita arrivano direttamente da calci piazzati. Lo specialista di casa Gela, Salvatore Mincica, ci prova senza fortuna, e soprattutto senza precisione, prima al 10’ e poi al 17’. Al 21’ è l’attaccante gambiano Seckan a farsi vedere dalle parti di Pandolfo, ma la sua conclusione dal limite non ha sorpreso il numero uno nisseno. Il Gela prova con la circolazione di palla ad aprire le maglie della retroguardia avversaria, ma il pacchetto arretrato folgorino si dimostra all’altezza. Nonostante il grande possesso palla, la prima conclusione nello specchio di porta avversario dei padroni di casa arriva solo a tre minuti dall’intervallo: grande giocata di Mincica che penetra in area e di destro impegna severamente Montagna.

La ripresa si apre subito con un cambio operato da Brucculeri, che manda in campo Iannizzotto al posto dell’evanescente Scerra. Ma le manovre più pericolose dei padroni di casa portano sempre la firma di Mincica ed Alma. Al 49’ è proprio quest’ultimo a sporcare i guantoni dell’estremo difensore ospite, che si rifugia in angolo con la complicità di Morici. La risposta dei castelvetranesi arriva a stretto giro di lancette con un tiro da fuori di Morello, neutralizzato da Pandolfo. Rispetto alla prima frazione gli uomini di Brucculeri provano ad essere più pragmatici, ma la gara attenta dei rossoneri limita al minimo i rischi. Le occasioni più ghiotte capitano sulla testa di Mincica, che al 65’ anticipa Bonino ma manca clamorosamente il bersaglio, e sul sinistro di Alma che al minuto 92, a tu per tu con Montagna, chiude troppo l’angolo del suo diagonale che sfila ad una manciata di centimetri dal palo più lontano. Prima del triplice fischio la Folgore resta in dieci per l’espulsione di Seckan, che in preda al nervosismo se la prende con Campanaro. A finire anzitempo sotto la doccia anche il vice di Brucculeri, Giacomo Cascino, per un alterco proprio con Seckan. Per il resto la partita non regala ulteriori emozioni, se non lo splendido abbraccio finale fra gli ultras della Curva Boscaglia e la squadra gelese.

Nonostante l’occasione persa, nei cori dei supporters nisseni non è trapelata la delusione che, a fine partita, si stagliava sul volto di Brucculeri. Visibilmente soddisfatto, invece, Tarcisio Catanese, che ha apprezzato la prova di carattere dei suoi ragazzi.

Tabellino

Gela Calcio – Folgore Selinunte 0-0

Gela: Pandolfo, Esposito (86′ Floridia), Russo, Caci, Pettinato, Campanaro, Alma, Vella (75′ Liuzzo), Nassi, Mincica, Scerra (46′ Iannizzotto).
A disposizione: Camiolo, Pellegrino, Pisano, Russello.
Allenatore: Giacomo Cascino

Folgore Selinunte: Montagna, De Biase, Morici, Migliore (10′ Messina Denaro), Gueye, Bonino, Giordano (67′ Buscaglia), Morello, Seckan, Montepiano, Bongioví (52′ Corona).
A disposizione: Bollara, Calabrese, Scianni, Ganci.
Allenatore: Massimiliano Marrone

Arbitro: Tarallo di Agrigento
Assistenti: Spina di Palermo – Lambiase di Palermo

Note: Al 93′ Seckan (F) espulso per fallo di reazione; al 94′ Cascino (G) allontanato dalla panchina.

Vito Bono

Foto Carmelo Certa

(Visited 181 times, 1 visits today)