Tutto facile per il Rocca di super Biondo, 1-5 in esterna sul Forza Calcio

Messina – Il Rocca di Capri Leone rispetta il pronostico e sbanca senza troppe difficoltà il “Nicola Bonanno” di Messina per 1-5 nel ventiseiesimo turno del girone B di Eccellenza. Ad annientare il Forza Calcio padrone di casa ci pensa Santo Biondo, mattatore del match con tre reti ed un assist per Longo A.. L’altra rete dei biancoazzurri, ora terzi con l’Acireale in classifica, porta la firma di Schepisi. Per i peloritani a segno Brigandì.

Che per il Forza Calcio sarà un pomeriggio lungo lo si capisce sin dalle prime battute. All’8′, infatti, gli ospiti sono già in vantaggio con Biondo, che si incunea in area di rigore tra le maglie giallorosse e trafigge Mazullo in uscita con un bel tocco di esterno. Il Forza Calcio reagisce poco più tardi con Buscema, che salta in slalom Longo A. e Galati e vede respingere il suo tiro dal piede di un attento Scardino. Al 14′, intanto, ancora Biondo si invola sulla destra dopo un clamoroso liscio di Alibrandi, si presenta davanti a Mazullo e lo fredda nuovamente con l’esterno del piede destro per il raddoppio biancoazzurro. I messinesi, privi anche dell’allenatore, hanno comunque cuore e orgoglio e al 20′ sfiorano la rete con il solito Buscema, che di testa su una respinta di Scardino dopo una punizione di Platania manda alto di poco. Al 36′, quindi, ecco il tris ospite con Schepisi, che sfrutta una bella discesa di Galati sulla corsia di destra e insacca a porta vuota dopo il traversone dello stesso difensore ex Mazzarrà. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0-3 per i caprileonesi, gara virtualmente in ghiaccio.

La ripresa si apre con l’immediato poker biancoazzurro. Come sempre è Biondo a fare a fette la difesa locale. Il folletto del Rocca sfrutta una bella verticalizzazione di Galati, salta Mazullo e deposita in porta la sfera dello 0-4 che vale anche la tripletta. Passano cinque minuti e c’è gloria anche per Longo A., che segue l’azione dell’incontenibile Biondo, questa volta sulla corsia mancina, e da pochi passi devia il pallone messo in mezzo dal compagno per il punto dello 0-5. Al 59′ il Forza Calcio realizza il gol della bandiera con Brigandì, che con caparbietà vince un rimpallo al limite dell’area di rigore ospite, entra all’interno dei sedici metri e batte Scardino con un bel diagonale. Da qui in poi è Biondo contro tutti, con l’ex Rometta che tra sfortuna, imprecisione, parate di Mazullo e salvataggi sulla linea non riesce a calare il poker personale. Al 71′, nel frattempo, Barberi va via sulla fascia e crossa per Russo, la cui girata da distanza ravvicinata viene neutralizzata dall’ottimo riflesso di Mazullo. Al 90′, quindi, l’ultima azione dell’incontro, con Buscema che di tacco innesca Manzella che tenta il pallonetto: cuoio di poco alto. È l’ultimo episodio di una gara senza storia, Rocca batte a domicilio Forza Calcio 1-5. Per i padroni di casa una sconfitta che non muta le sorti del club, destinato alla retrocessione in Promozione. Il Rocca, invece, continua a volare all’inseguimento di un sogno, adesso realizzabile, chiamato play-off.

Forza Calcio Messina-Rocca di Capri Leone 1-5

Marcatori: 8′, 14′ e 47′ Biondo (R), 36′ Schepisi (R), 52′ Longo A. (R), 59′ Brigandì (FC).

Forza Calcio Messina: Mazullo, Manzella, Affè, Mamone (53′ Carrolo), Alibrandi, Broccio, Buscema, Longo S. (53′ Cefalo), Adelfio (69′ Cardullo), Platania, Brigandì. All.: -.

Rocca di Capri Leone: Scardino, Russo, Longo A., Galati, Barberi, Miano, D’Anna, Schepisi (78′ Inzerillo), Triolo, Biondo, Venuti. All.: Santino Bellinvia.

Arbitro: Fortunato Carmelo Papaserio di Catania. Assistenti: Chillemi di Barcellona P. G. e Bonanno di Acireale.

Note: gara giocata a porta chiuse. Ammoniti: Alibrandi, Buscema, Platania (FC); Miano, Triolo (R). Espulsi: nessuno.

Recupero: 2′ pt; 3′ st.

Angoli: 3-3.

Francesco Gugliotta

(Visited 163 times, 1 visits today)