Calabrese uomo in più del Palazzolo, Cutrufo: “Orgoglioso dei miei ragazzi”

Palazzolo Acreide – Con i suoi due gol realizzati al Milazzo ha dimostrato, ancora una volta, di poter essere l’arma in più del Palazzolo, che adesso vede i play-off da molto vicino e attende la sfida che lo vedrà impegnato in trasferta con il Modica nella gara che potrebbe segnare un ulteriore avvicinamento (e perché no, magari l’aggancio) alle dirette rivali: a meritare l’ennesima copertina, dopo la vittoria per 3-0 sui rossoblu milazzesi, è il capitano dei gialloverdi Gigi Calabrese, che a quasi 34 anni si è tolto la soddisfazione di firmare la sua prima doppietta in carriera conducendo i gialloverdi alla quattordicesima vittoria stagionale e contribuendo a rendere sempre migliori i numeri della squadra di Pippo Strano (che con 58 gol realizzati vanta il secondo migliore attacco del campionato dietro alla capolista Igea Virtus, ormai vicinissima alla promozione in D).

La splendida condizione fisica e l’immutata grinta del capitano, che continua ad avere fame di vittorie, rappresentano per il Palazzolo delle solide basi su cui costruire quello che si preannuncia come un intenso ed avvincente rush finale. “Al di là della prestazione personale e dei miei due gol, che dedico a mia moglie e a mio figlio – ha tenuto a sottolineare Calabrese dopo la vittoria sul Milazzo –, sono davvero soddisfatto per quanto stiamo dimostrando come squadra. Se vogliamo raggiungere i play-off dobbiamo vincere più partite possibili ed è entrando in campo determinati e mantenendo alta l’attenzione, così come ci ha chiesto di fare il mister, che si possono portare a casa i risultati. Ciò che ci fa ben sperare per i prossimi impegni, a partire dalla trasferta col Modica, è che la squadra sta rispondendo bene, non ha accusato alcun calo fisico e riesce ad affrontare tutte le avversarie imponendo il suo gioco. Anche se ancora non basta – ha aggiunto – la strada che stiamo percorrendo è quella giusta, bisogna soltanto continuare così. Sappiamo che dalla prossima settimana, così com’è successo ieri, potrebbe venir fuori qualche risultato a sorpresa e che i giochi restano aperti. Tutto, da qui a metà aprile, può ancora succedere – conclude – ed è proprio per questo che dobbiamo stare concentrati e pensare soltanto a noi stessi”.

Anche il “patron” Graziano Cutrufo, dopo la sesta vittoria consecutiva della sua squadra, ha avuto parole di stima nei confronti del capitano e di tutti gli altri giocatori gialloverdi. “Meglio di così non potremmo proprio fare – ha detto Cutrufo –. Tutti, a partire dal tecnico, stanno dando il massimo, e sia i giocatori d’esperienza che i più giovani stanno facendo molto bene. Anche se per i verdetti bisognerà attendere l’ultima giornata non posso che essere fiducioso ed orgoglioso di questo gruppo. Rimane qualche rimpianto legato al fatto che, per quanto si è visto in campo partita dopo partita, a lottare per la vittoria del campionato potevamo esserci anche noi – ha aggiunto -. Purtroppo, però, paghiamo oltre ogni nostro demerito la sfortunatissima sconfitta interna con l’Igea Virtus e abbiamo lasciato per strada qualche punticino che, alla fine, sta pesando non poco. Ma raggiungere i play-off e regalare ai palazzolesi altre sfide emozionanti – ha concluso il “patron” della società iblea – sarebbe davvero un gran bel traguardo”.

Marco Petrolito

Foto Salvatore La Marca

(Visited 172 times, 1 visits today)