Siracusa (stra)vince e (stra)convince: Dezai, Ricciardo e Catania firmano il 3-0 sul Roccella

Roccella Jonica – Vittoria corsara netta e convincente del Siracusa che regola con un netto 3-0 il Roccella grazie alle reti di Dezai, Ricciardo e Catania, ma il punteggio sarebbe stato anche più rotondo in virtù di un rigore sbagliato da Palermo con il risultato già acquisito. Gli aretusei consolidano così il primato a quota 66 punti grazie all’intera posta in palio ottenuta oggi. Questa la cronaca del match (foto Salvatore La Marca).

PRIMO TEMPO: Primo squillo del match arriva al 9’ ed è di marca aretusea: Catania riceve palla sulla trequarti, con una finta di corpo salta un avversario e prova il tiro che termina la sua corsa fuori dallo specchio. Al 16’ ancora aretusei insidiosi: scambio Sibilli-Ricciardo con il centravanti che prova la botta che viene rimpallata da Cinquegrana, Giordano raccoglie la ribattuta e tenta la staffilata che finisce abbondantemente a lato. Al 18’ un difensore siciliano svirgola, D’Alessandro raccoglie la palla con le mani e per il direttore di gara è ritropassaggio volontario e quindi punizione in area. E’ Laaribi a provarci, ma il suo tiro termina sulla foltissima barriera. Un minuto dopo sciupone Dezai: scambio con Dentice che gli restituisce la sfera in area, ma la rapida punta apre troppo il piattone sparando a lato. Al 25’ Siracusa in vantaggio: contropiede perfetto con Sibilli che salta un avversario e verticalizza per Dezai, freddo a battere Mittica con un diagonale chirurgico, è 0-1. Il Siracusa controlla bene la gara e al 37’ raddoppia: azione insistita del solito Sibilli che ruba palla ad un difensore calabrese e crea superiorità numerica in attacco, la palla giunge tra i piedi di Ricciardo che è freddo a battere Mittica, è ‘0-2. Finisce così la prima frazione, Roccella-Siracusa 0-2.

SECONDO TEMPO: Parte forte la squadra ospite con Ricciardo che ci prova da posizione defilata, Mittica con i pugni la mette in angolo. Al 48’ il tris azzurro: corner tagliato di Giordano, incornata vincente di Catania sul primo palo, è 0-3. Gli uomini di Sottil tirano un po’ via il piede dall’acceleratore limitandosi a controllare la partita senza soffrire praticamente mai, è infatti sterile la reazione del Roccella. Tuttavia al 64’ è il neo entrato Johnson a provarci, botta dal limite e palla fuori non di molto. Al 71’ progressione di Dezai e assist per Ricciardo a centro area, è bravo Mittica in uscita bassa ad anticipare il numero 9 dei siciliani. Al 76’ occasionissima per il Roccella: Laaribi riesce a pennellare per Dorato, Vindigni non arriva sulla sfera ma l’incornata del numero 9 di casa è clamorosamente imprecisa. All’80’ rigore per gli aretusei: tacco illuminante di Dezai per il neo entrato Palermo che viene atterrato in area. Dal dischetto lo stesso Palermo si fa ipnotizzare da Mittica che riesce a smanacciare via la minaccia. Non succede più nulla neanche nei tre di recupero, finisce così al “Ninetto Muscolo”, Roccella-Siracusa 0-3.

IL TABELLINO:

ROCCELLA (4-2-3-1): Mittica; Diop, Cinquegrana, Coluccio, Mallamaci (63’ Ciccone); Carrozza (57’ Johnson), Minici; Condomitti, Laaribi, Cioffi (55’ Fiorino); Dorato. A disp.: Loggisano, Mat. Sorgiovanni, Cordova, Mazzone, Pipicella, Leveque. All. Galati.

SIRACUSA (4-2-3-1): D’Alessandro; Barbiero, Vindigni (93’ Porcaro), Chiavaro, Dentice; Giordano (87’ Trofo), Spinelli; Sibilli, Catania, Dezai; Ricciardo (79’ Palermo). A disp.: Viola, Marghi, Santamaria, Boscarino, Longoni, Arena. All. Sottil.

ARBITRO: Maranesi di Ciampino (Varrà-Paone).

MARCATORI: 25’ Dezai, 37’ Ricciardo, 48’ Catania.

NOTE: ammoniti Giordano, Laaribi, Cinquegrana, Ciccone, Ricciardo, Barbiero.

Dario Li Vigni

(Visited 149 times, 1 visits today)