Il Marsala delude anche col Rende, azzurri ad un passo dai play-out

Marsala – Il Marsala 1912 nelle ultime due gare di campionato di Serie D “I”, fondamentali per la salvezza diretta, riesce a raccogliere un solo punto e adesso non disputare i play-out appare molto difficile. Il destino degli azzurri, che osserveranno domenica prossima il loro turno di riposo, sarà legato ai risultati che otterranno Agropoli e Noto.

La gara di Lamezia è stata un “naufragio azzurro”, in cui gli uomini di Pergolizzi sono risultati “non pervenuti” e il pesante 3-0 lo ha testimoniato. Nell’ultimo impegno casalingo contro il Rende, in cui l’imperativo era vincere, è emersa, ancora una volta, la discontinuità di questa squadra.

Primo tempo scarno di emozioni, con Marsala 1912 che ha tenuto il pallino del gioco, senza mai riuscire a rendersi veramente pericoloso, ma dando la sensazione di poter pervenire al vantaggio. Al 29′, infatti, un lampo di Convitto sulla fascia sinistra innescava Manfrè con un preciso cross, quest’ultimo depositava di testa alle spalle dell’incolpevole De Brasi. Dopo la rete incassata il Rende cercava di rendersi più pericoloso, affidandosi spesso a lunghi lanci per l’aitante Kyeremateng, che però veniva spesso anticipato dagli attenti Gambuzza e Giardina.

Col trascorrere dei minuti gli azzurri tiravano i remi in barca, con gli avversari che si affacciavano spesso dalle parti di Pizzolato. Nella fase centrale del secondo tempo il miglior Rende, che prima sfiorava il palo alla destra di Pizzolato e poi colpiva la traversa a portiere battuto. A cinque minuti dal termine l’arbitro assegnava un generoso calcio di punizione dal limite, per un sospetto fallo di Gambuzza. Ad incaricarsi della battuta era Musca, che trafiggeva Pizzolato proprio sul suo palo e condannava all’1-1 i lilibetani.

In sala stampa ha parlato solo mister Trocini (Rende), poiché il Marsala ha optato per l’assoluto silenzio.

Mister Trocini oggi per voi era fondamentale non perdere per mantenere il Marsala dietro, mentre, per gli azzurri, dopo la sconfitta di Lamezia, bisognava solo vincere: “È vero, noi abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Con questo pareggio ci sentiamo praticamente salvi. Il Marsala è una buona squadra ma ha compromesso tutto a Lamezia. Credo che il risultato sia giusto. Meglio il Marsala nel primo tempo. Noi siamo usciti fuori bene nella ripresa”.

Marsala 1912-Rende 1-1

MARSALA 1912: Pizzolato, Perricone, Sammartano, Palazzo, Gambuzza, Giardina, Licata, Arcuri, Manfrè (39’ st Cortese), Riccobono (c), Convitto. A disposizione: Lo Verde, Crivello, Bonafede, Scibetta, Cincotta, Lanza.
All.: Pietro Catalano

RENDE: De Brasi, Bruno, Sanzone, Piromallo (16’ st Actis Goretta), Musca, Ginobili, Gigliotti (41’ st Zangaro), Fiore (c), Kyeremateng, Papa, Azzinnaro (16’ st Falbo). A disposizione: Palumbo, Scarnato, Marchio, Filidoro, Formosa. All.: Bruno Trocini

ARBITRO: Simone Degli Esposti sez. Bologna. ASSISTENTI: Stefano Tomaso (Messina) – Andrea Tiralongo (Siracusa)

RETI: 28’ pt Manfrè (M), 40’ st Musca (R)

AMMONIZIONI: Gambuzza (M), Giardina (M), Pizzolato (M), Licata (M), Keyremateng (R), Musca (R)

CORNER: 3 a 2 Marsala

Nicola Donato

(Visited 221 times, 1 visits today)