Caos Marsala, trasferta di Campofranco a rischio

Marsala – Si è svolta ieri, presso la sala stampa dello stadio “Municipale”, la conferenza stampa del Marsala 1912 per far luce sulla reale situazione in cui si trova il sodalizio azzurro. Un po’ tutti erano speranzosi di ricevere buone notizie in merito al subentro in società di nuovi imprenditori locali pronti a rilanciare il Marsala 1912. In sala stampa erano presenti Pino Occhipinti, amministratore unico dimissionario, e il suo legale Tommaso Picciotto. Ad assistere, i giornalisti al gran completo e l’intero organico della squadra azzurra con in testa il capitano Giovanni Maltese.

Occhipinti, nel suo discorso, ha ripercorso le tappe salienti che da luglio ad oggi lo hanno visto come il protagonista di questa nuova avventura sportiva. Senza dilungarsi troppo, ha accusato apertamente i soci del club, che a suo dire tramano da tempo alle sue spalle senza fornire alla società alcun aiuto economico. Ha citato più volte il signor Matteo Gerardi quale responsabile dell’attuale situazione societaria, sia per la recente gestione, culminata con la retrocessione, sia per il tragico momento che si sta attualmente vivendo.

La cordata pronta a rilevare la società non era presente, si è ritirata qualche ora prima della conferenza stampa, ha comunicato l’avv. Tommaso Picciotto, in quanto nel tavolo delle trattative, il signor Gerardi, seppur non figuri tra gli azionisti, ha chiesto una cifra spropositata, per una società che rischia il fallimento. In ogni caso, di questi imprenditori non si è potuto conoscerne ufficialmente i nomi.

Occhipinti lascia. Aspetta adesso che gli azionisti che lo hanno messo in difficoltà si prendano le proprie responsabilità per il bene del Marsala. Ha anche detto che cederà le sue quote gratuitamente ad un eventuale acquirente nel momento in cui anche gli altri azionisti lo faranno.

Nella fase conclusiva della conferenza, ha preso parola il capitano del Marsala 1912, Giovanni Maltese, il quale ha dichiarato che in condizioni di così estrema incertezza, domenica la squadra non scenderà in campo. Fino ad oggi, se lo ha fatto, è stato soltanto per l’amore verso la maglia azzurra. Quindi la trasferta di Campofranco viene messa in discussione, così come il futuro del blasonato Marsala 1912, in attesa di possibili nuovi eventi.

Nicola Donato

(Visited 207 times, 1 visits today)