Il cuore non basta, Orlandina sconfitta a Sassari

Capo d’Orlando – La Betaland Capo d’Orlando sfodera una prestazione di grande carattere al PalaSerradimigni di Sassari, ma cede nel finale 74-64. Gli uomini di Di Carlo conducono per larghi tratti e spaventano i forti padroni di casa per 38 minuti (65-64), poi però la spuntano i sardi con merito che sfruttano il talento del collettivo e la spinta del pubblico di casa.

I primi punti sono di Lighty, risponde subito Delas, ma la tripla di Sacchetti e l’appoggio di Lydeka valgono il +5 Sassari (7-2 dopo 2 minuti). Arriva veemente la risposta della Betaland, che con Diener, la tripla di Ivanovic, l’appoggio in transizione di Tepic e la realizzazione di potenza di Stojanovic mette a segno un break di 0-13 che porta i paladini sul +8 (7-15 dopo 6′). Stipcevic prova a scuotere i suoi interrompendo il lunghissimo digiuno di casa con la tripla e Carter in contropiede inchioda il -3 (12-15 dopo 8′). La bomba dall’angolo di Diener vale un nuovo +6 e con il botta e risposta in penetrazione tra Stipcevic e Diener al 10′ la Betaland conduce per 16-20.

Stipcevic continua a trascinare i suoi portandoli sul -2 in avvio secondo quarto, ma quattro punti consecutivi di Stojanovic e il tiro dalla media di Iannuzzi valgono il nuovo +8 Betaland (18-26 dopo 14′). Sassari torna a segnare con l’inchiodata di Lawal, ma Tepic mette la bomba e Iannuzzi in transizione appoggia il +11 (20-31 dopo 15′). De Vecchi riesce a penetrare nella difesa paladina schiacciando, ma la bomba di Ivanovic vale il massimo vantaggio paladino, +12 (22-34 al 16°). Capitan De Vecchi si carica sulle spalle i suoi realizzando da tre, Lydeka e la tripla di Stipcevic accorciano fino al -6 (30-36 dopo 18′), Diener trova il reverse del +8, ma Sacchetti e Lydeka dalla lunetta mandano le squadre negli spogliatoi sul +5 Betaland, 33-38.

Sassari è tutt’altra squadra al rientro dagli spogliatoi Sassari: Bell apre il secondo tempo con due triple che portano avanti la Dinamo, che con Stipcevic e il tap-in di Lydeka va sul +5 (43-38 dopo 24′) chiudendo un break di 10-0. I paladini tornano a segnare dopo ben 4 minuti e mezzo dall’inizio del terzo quarto con il reverse di Diener e la tripla di Ivanovic impatta nuovamente la gara a quota 43. Il nuovo sorpasso casalingo è firmato Lawal, Lighty e la bomba di Carter, il Banco di Sardegna va sul +7 (50-43 dopo 27′). La penetrazione di Delas tiene in vita i paladini, ma il tap-in di Lawal manda Sassari sul +8 (53-45 dopo 28′). Stojanovic e Tepic sugli scudi riportano al Betaland sul -4 (53-49 dopo 29′), ma Bell e Savanovic, che si iscrive a referto, portano i sardi ancora sul +8. L’1/2 di Ivanovic dalla linea della carità chiude il terzo parziale sul +7 Sassari (57-50).

Il reverse di Iannuzzi apre l’ultimo quarto portando la Betaland sul -5, ma parte un botta e risposta tra Savanovic, Stojanovic e Stipcevic, con Carter dalla media che porta i sardi sul massimo vantaggio, +9 (63-54). L’Orlandina torna a segnare con Iannuzzi, che dalla media mette il -7 quando mancano 6 minuti al termine della gara. Carter attacca il canestro mettendo il nuovo +9 a 5 dal termine. La Betaland non è mai doma e prova a rifarsi sotto con Iannuzzi, Tepic, Stojanovic e la bomba di Ivanovic, che incollano nuovamente i paladini sul -1 (65-64 a 2 minuti dal termine). Il semi-gancio di Savanovic tiene ancora la Dinamo sul +3 e le triple di Stipcevic e Savanovic chiudono la gara sul 74-64

Banco Di Sardegna Sassari – Betaland Capo d’Orlando 74-64 (16-20; 33-38; 57-50)

Banco Di Sardegna Sassari: Bitti ne, Bell 8, Devecchi 5, D’Ercole, Sacchetti 5, Lydeka 7, Savanovic 9, Carter 10, Stipcevic 20, Lawal 6, Monaldi ne, Lighty4. All: Pasquini

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Tepic 13, Iannuzzi 9, Laquintana, Nicevic ne, Delas 4, Diener 11, Donda ne, Ivanovic 15, Stojanovic 12, Berzins ne. All: Di Carlo

(Visited 7 times, 1 visits today)