Promozione: finali play-off Città di Ragusa-Città di Messina e Caccamo-Raffadali, salve Mascalucia e Cinque Torri

Messina – Tantissime emozioni nel weekend di Promozione, con le finali play-off e gli spareggi per non retrocedere. Negli spareggi promozione, volano in finale Città di Ragusa, Città di Messina e Nuova Città di Caccamo, che raggiungono il Raffadali, arrivato in anticipo alla finale grazie al distacco maturato dalla terza nel proprio girone. Nei play-out, vincono e centrano la salvezza Mascalucia e Cinque Torri Trapani a discapito di Aci Sant’Antonio e Bolognetta.

Partiamo dai play-off, con l’incredibile sfida tra Città di Ragusa e Real Città di Paternò. Dopo una gara spigolosa, conclusasi 0-0 al 90′, nei supplementari i catanesi vanno addirittura in doppio vantaggio. Nicotra è il più lesto in mischia dopo un tiro dalla bandierina e regala lo 0-1 al termine del primo tempo supplementare; Carbonaro, sul filo del fuorigioco, si invola verso la porta locale e trafigge Taranta per lo 0-2 al 7′ del secondo tempo supplementare. Sembra tutto finito ma con un incredibile colpo di coda finale il Città di Ragusa prima accorcia con una punizione di Bonarrigo al terzo minuto di recupero dei 7′ concessi dal signor Mucera di Palermo e poi un’altra punizione di Bonarrigo, forse sfiorata da Pellegrino, si insacca alle spalle di Cosentino per il 2-2 definitivo che qualifica gli iblei.

I ragusani in finale se la vedranno con il Città di Messina di mister Bellinvia che, dopo aver asfaltato 1-5 in esterna la Messana, compie una nuova impresa, imponendosi 1-2 in casa della Jonica. In vantaggio i giallorossi sul finire del primo tempo con un colpo di testa su traversone di Balastro. La Jonica reagisce nella ripresa e trova l’1-1 con un penalty di Monaco. Al 73′ ecco il gol decisivo dei peloritani con Arigò che approfitta di una dormita del centrocampo di casa, si invola sulla sinistra e serve al centro Quintoni, che controlla e fredda Gugliotta per l’1-2 che manda alla finalissima il Città di Messina ed elimina la Jonica.

Il Caccamo, nel frattempo, raggiunge il già qualificato Raffadali espugnando il terreno di gioco del Cus Palermo per 1-2. Sono i cussini a passare per primi con Mercanti, che sfrutta un cross sporco dalla destra per dare il vantaggio agli uomini di Giancarlo Ferrara. Una doppietta di Virga, a cavallo tra primo e secondo tempo, ribalta il risultato in favore degli ospiti, che chiudono in dieci per l’espulsione di Guastella ma portano a casa successo e finale. Tante proteste da parte dei palermitani di casa per qualche decisione arbitrale controversa e un paio di reti annullate che avrebbero potuto cambiare le sorti di un match molto intenso.

Tanti gol anche nei play-out, che premiano Mascalucia e Cinque Torri Trapani. Il Mascalucia supera 3-0 l’Aci Sant’Antonio. In gol vanno Di Mauro G. e Costanzo nel primo tempo e Di Mauro A. nel finale. Il Cinque Torri liquida con un 4-2 un volenteroso Bolognetta. Al 30′ si è già 3-0, con la doppietta di Di Vita e il gol di Guastella e con il Cinque Torri che fallisce anche un rigore. Cannova accorcia per il Bolognetta, poker di Alberti per il Cinque Torri e inutile 4-2 di Mantegna G.. Aci Sant’Antonio e Bolognetta in Prima Categoria.

Francesco Gugliotta 

(Visited 106 times, 1 visits today)