2018 anno importante per Daniel Ricciardo

Ficarra – Il 2018 si preannuncia anno importante per Daniel Ricciardo. Il pilota italo-australiano con chiare discendenze siciliane cerca il definitivo salto di qualità per poter finalmente lottare per il titolo iridato. Questo però può solo arrivare a patto che la Red Bull gli fornisca una vettura all’altezza delle Mercedes e Ferrari. Per far sì che tutto si avveri, occorre che la nuova power unit Renault aggiornata metta definitivamente le ali ad una macchina che vanta forse il telaio e aereodinamica migliore nel Circus.

La vettura austriaca, nella scorsa stagione, si è dimostrata molto veloce e competitiva nei circuiti veloci e cittadini. Dimostrazione lampante: il secondo posto dietro Hamilton e il terzo gradino di Montercarlo conquistato alle spalle delle due Ferrari. Daniel deve però guardarsi dal suo arrembante compagno di squadra, che rappresenta forse il miglior talento emergente in circolazione: Max Verstappen. Il pilota olandese ha fatto soffrire e molto il pilota di origini messinesi la scorsa stagione, dove non sono anche mancate le polemiche tra i due. In tal senso, un episodio che ha fatto saltare i nervi a Daniel risale al Gp d’Ungheria, quando i due si resero protagonisti di un contatto dopo poche curve, causando il ritiro dell’italo-australiano.

Verstappen ma non solo. Perché gli avversari principali per la lotta al titolo mondiale saranno i “soliti” Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, anche se non è da sottovalutare Fernando Alonso, se la sua McLaren con propulsore Renault riuscirà ad emergere, ritornando di conseguenza ai vertici dopo le ultime tre deludenti stagioni con il motore Honda, periodo durante cui la scuderia ha ottenuto solamente scarsi risultati.

Il 2018 può rivelarsi un anno importante anche in ottica mercato, perché è ormai risaputo che la scuderia austriaca ha deciso di puntare su Max Verstappen per le stagione future. Di conseguenza Ricciardo comincia già a guardarsi intorno per il 2019. Le opzioni non mancano: a Stoccarda Lewis Hamilton viaggerà per le sue 34 candeline e Valtteri Bottas ha già una specie di ultimatum; a Maranello sarà sicuramente l’ultima stagione di Kimi Raikkonen al volante della Ferrari, quindi c’è la concreta possibilità che Daniel possa vestirsi di rosso per il 2019, andando qui a coronare quindi un sogno di tutti i piloti presenti: guidare una Ferrari almeno una volta in carriera.

Danilo Scurria

(Visited 90 times, 1 visits today)