Comincia la stagione di Ricciardo sulla nuova Red Bull

Messina – È stata ufficialmente presentata la nuova Red Bull con la quale Daniel Ricciardo prenderà parte alla stagione 2018.

La vettura austriaca, dopo gli alti e bassi della scorsa stagione, intende fare il salto di qualità nel nuovo campionato, e ritornare ai vertici come quando ha letteralmente dominato la scena con i 4 titoli mondiali conquistati da Sebastian Vettel tra il 2010 e il 2013. In tal senso, le potenzialità della nuova monoposto si incominceranno a intravedere già dai primi test di Barcellona, in programma sulla pista di Montmelo dal 26 febbraio a 1 marzo, utili a capire già se la vettura di Helmult Marko sia effettivamente riuscita a colmare il gap con i team riferimento: Mercedes e Ferrari.

Allo stesso tempo, il primo vero esame di maturità per il pilota di origini messinesi lo si avrà nel corso del Gp D’Australia, sulla pista di Albert Park di Melbourne, tracciato di casa per il pilota italo-australiano con chiare discendenze ficarresi, dove vanta dei ricordi che hanno il sapore del dolce e dell’amaro. All’esordio in Red Bull fu protagonista di una splendida gara, coronata con uno splendido secondo posto dietro Nico Rosberg, e agevolata dal ritiro nelle fasi iniziali, per la rottura della power unit Mercedes di Lewis Hamilton. Piazza d’onore che venne poi cancellata, perché la direzione di gara, durante la fase di verifica post Gran Premio, trovò il fondo irregolare decretando quindi il declassamento all’ultimo posto della classifica finale. Melbourne ma anche le successive gare di aprile in Sakir, Cina Sochi, Barcellona e Montecarlo saranno subito delle gare, in programma ad inizio stagione, dove Daniel potrà capire se il 2018 potrà essere come la stagione nella quale in maniera legittima potrà sperare di coltivare ambizioni di titolo mondiale, lui che ha già in due circostanze ha avuto modo già di conquistare il podio nella classifica iridata, nel 2014 e 2016.

D’altra parte al driver di origini messinesi non è mai mancata la velocità, occorre però che acquisisca una certa continuità nella prestazioni, visto che spesso e volentieri, il suo rendimento ha vissuto spesso di alti e bassi, subendo in diverse occasioni la pressione del suo scomodo compagno di team come Max Verstappen, che ha fatto soffrire tantissimo Daniel durante la loro convivenza all’interno del team di Chris Horner.

Danilo Scurria

Foto Red Bull Content Pool

(Visited 29 times, 1 visits today)