Il Palermo si ferma ancora, solo 1-1 contro la Cremonese

Palermo – Termina 1-1 la sfida tra Palermo e Cremonese, valida per la trentacinquesima giornata del campionato Serie B ConTe.it. Rosanero in vantaggio al 16′ del secondo tempo grazie a Coronado, che di testa batte Ujkani da posizione ravvicinata. Il pareggio degli ospiti arriva al 38′ con Scamacca che batte Pomini deviando il cross di Marconi dalla sinistra. Con questo risultato, il Palermo sale a quota 59 in classifica.

Il Palermo non sa più vincere. I rosanero nell’1-1 interno con la Cremonese falliscono ancora una volta la possibilità di balzare in seconda posizione solitaria in classifica. Per i siciliani la sfida di sabato si può tranquillamente inserire nella categoria rammarico, che fa il paio con le altre partite in cui si è fallita la possibilità di dare uno strappo nella corsa alla promozione diretta. In tal senso, oltre ai due punti gettati al vento sabato, meritano una degna citazione le due mancate vittorie con Pescara la scorsa settimana e il pareggio in zona Cesarini subito con il Novara. Di conseguenza i 6 punti mancanti avrebbero dato ai rosanero uno status mentale e psicologico migliore rispetto a quello attuale.

Nella sfida con i lombardi, il tecnico dei rosanero Tedino decide di ritornare al vecchio sistema che prevede il duo offensivo composto da Coronado e Nestorovski, sulla stessa falsariga della prima parte di campionato conclusa al primo posto in classifica. Diretta conseguenza che permette ai rosanero di approcciare nel modo migliore la contesa e di creare la prima situazione da rete della partita. Infatti è Jajalo a rendersi pericoloso grazie ad una conclusione che sfiora il palo. Subito dopo è invece Gnahorè ad avere una chiara situazione per poter andare a bersaglio ma la mira risulta imprecisa. Di contro la Cremonese non ci sta a subire la supremazia dei siciliani, quindi sul finire del primo tempo si riversa nella metà campo rosanero, producendo due chiare occasioni entrambe con Camara: nella prima trova la deviazione della difesa siciliana, successivamente grazie ad un perfetto inserimento da palla inattiva di testa manda sulla parte esterna della rete.

La ripresa inizia invece con le squadre abbastanza bloccate tra di loro. Tutto fa presagire che la contesa si possa sbloccare grazie alla giocata di un campione e cosi è. Perché Coronado, ossia il giocatore di maggior inventiva e fantasia dei rosanero, è bravo a ribadire in rete di testa una respinta di Uikani  che in precedenza era stato strepitoso a superarsi su Rispoli. Passati in vantaggio gli uomini di Tedino cercano quindi la giusta occasione per chiudere la contesa. Questa può arrivare quando sempre dai piedi fatati di Coronado parte una splendida palla per Rispoli: anche qui è il portiere cremonese a vincere il duello personale con il terzino dei siciliani. Purtroppo le beffe nel calcio in molte circostanze avvengono in maniera inaspettata. In tal caso a subire tale sventura sono gli uomini di Tedino che subiscono il pari con Scamacca al minuto 35, perché il giovane centravanti è abile a concretizzare un pregevole assist di Marconi. Non succede quindi più nulla fino al triplice fischio del direttore di gara in un match che i rosanero non hanno saputo chiudere nel migliore dei modi.

Danilo Scurria

(Visited 16 times, 1 visits today)