Final Six, Recco troppo forte per una coraggiosa Ortigia

Siracusa – Troppo forte il Recco per una indomita Ortigia che mette il cuore in vasca davanti ai suoi mille tifosi. I liguri scendono in acqua con il preciso scopo di mettere vantaggio da subito. Due parziali da 5 a 0 chiudono la semifinale. Coach Piccardo non smette un attimo di incitare i suoi e chiamarli al rispetto delle posizioni e delle marcature. Alla fine risultato forse eccessivo, ma standing ovation per i biancoverdi che hanno raggiunto un risultato storico nell’anno del novantesimo anniversario del Circolo.

Queste le parole di Marko Jelaca (Ortigia) a fine partita: «Abbiamo dato tutto quello che era possibile contro questa squadra. Giocare contro i campioni d’Italia non consente troppo errori. Noi ne abbiamo commessi qualcuno di troppo e abbiamo pagato. Loro hanno subito preso il largo ed è stato difficile per noi. Dobbiamo prendere, però, il meglio da questa tre giorni e dal risultato ottenuto. Domani ci aspetta la finale per il terzo posto e daremo il massimo fino alla fine».

PRO RECCO – C.C. ORTIGIA 16-3 (5-0/5-0/3-1/3-1)

Pro Recco: Tempesti, Di Fulvio 2, Alesiani, Bruni, Molina Rios, Bodegas 3, Ivovic 3, Echenique 1, Figari 1, Filipovic 4, Aicardi 1, Gitto 1, Volarevic. All. Vladimir Vujasinovic

Ortigia: Patricelli, Siani, Abela 1, Jelaca, Di Luciano, Lindhout, Tringali, Giacoppo, Rotondo, Vapenski 1 (rig), Casasola 1, Napolitano, Caruso. All. Stefano Piccardo

Arbitri: Attilio Paoletti (Roma) e Vittorio Frauenfelder (Salerno)

Prospero Dente

(Visited 14 times, 1 visits today)