Palermo, questa sera primo atto della finale play-off

Palermo – Primo atto in arrivo per il Palermo in vista della doppia finale play-off con il Frosinone. I rosanero dopo aver eliminato nel doppio confronto il Venezia, stasera saranno di scena al “Barbera“ dinanzi ai ciocari di Longo. Questo rappresenta infatti il primo dei due ostacoli che separano il ritorno nella massima serie, dopo solamente un anno di purgatorio nella serie cadetta.

Gli uomini di Stellone a questo doppio appuntamento arrivano sicuramente con un ottimo stato d’animo grazie alla bella vittoria sui lagunari di Inzaghi, dove oltre al successo si è rivisto in campo nuovamente dall’inizio Igor Coronado. Il fantasista brasiliano in vista della doppia sfida con i laziali, cerca il definitivo riscatto per mettersi alle spalle il brutto finale di stagione. Se l’errore a tu per tu con Audero nella gara d’andata del “Penzo” contro il Venezia si è rivelato ininfluente ai fini del passaggio del turno, l’errore dal dischetto con il Cesena alla penultima di campionato pesa come un macigno nella corsa alla promozione diretta dei siciliani. Quindi dall’ex Trapani a partire da stasera ci si aspetta quel quid in più che regali brio, fantasia e imprevedibilità ai siciliani, magari fornendo qualche importante assist per La Gumina o Nestorovski.

Il dubbio tra i due verrà probabilmente sciolto nelle ultime ore ma l’impressione è che sarà il prodotto della cantera rosanero a guidare l’attacco del Palermo. Antonino nel doppio confronto con i lagunari ha vissuto un po’ il dolce e l’amaro. La Gumina è stato colui che ha posto le prime basi sull’approdo in finale grazie alla rete di fondamentale importanza realizzata in trasferta. Il rovescio della medaglia è invece avvenuto nel ritorno al “Barbera” con il rigore del raddoppio fallito che fortunatamente non ha inciso sul passaggio del turno.

Nella gara del “Barbera” sarà importante per i rosanero non subire reti, cercando in ogni caso di pungere. Andare a Frosinone potendo contare sul doppio risultato permetterebbe agli uomini dell’ex Stellone di giocare una partita meno complessa dal punto di vista tattico.

Danilo Scurria

(Visited 39 times, 1 visits today)