A2, Agrigento si impone 99-76 su un’Orlandina con tante assenze

Agrigento – Prima sconfitta in prestagione per l’Orlandina Basket di coach Marco Sodini. Agrigento infatti si impone sul proprio campo per 99-76, dopo che per 35′ i biancoazzurri sono rimasti in partita grazie alle prodezze di Brandon Triche.

Un’Orlandina Basket comunque coriacea, viste soprattutto le assenze di Jordan Parks, tornato in America per espletare le ultime pratiche del visto, Matteo Laganà, fermo per precauzione, Chessari (febbre) e Murabito (problemi a una caviglia) e con Simone Bellan che gioca solo il primo periodo, visto il rientro dopo uno stop di due settimane.

Per ovviare alle assenze coach Sodini sceglie di iniziare la gara con Mei, Triche, Bellan, Lucarelli e Bruttini. Primi minuti ad appannaggio di Agrigento, che trova il canestro con Ambrosin (2 triple) per il 10-4 iniziale. Triche non ci sta e si prende in mano i suoi segnando 8 punti, Donda appena entrato si sbatte sotto canestro trovando i primi due punti della sua gara, ma il primo quarto va ad appannaggio di Agrigento per 23-13.

Ad inizio di secondo periodo sale in cattedra Bruttini, che segna due canestri dal post basso in avvicinamento, ma Agrigento risponde colpo su colpo con Evangelisti per il 35-26 al 15′. Poi si scatena Brandon Triche. L’americano fa canestro da ogni parte del campo, chiudendo il primo tempo con 24 punti in 17′ di utilizzo, compreso uno straordinario 5/5 da tre punti, portando l’Orlandina a -3 all’intervallo lungo, 45-42.

Alla ripresa del gioco Coach Sodini si schiera con Mei, Triche, Lucarelli, Mobio e Bruttini. Mei parte forte con 5 punti in fila, ma Agrigento si affida ad Evangelisti e Ambrosin e torna avanti di 8 lunghezze al 25′. Triche si reinventa assistman e fa segnare prima Mobio e poi Lucarelli, ma le distanze non di riducono a fine terzo periodo, con Agrigento avanti 67-59.

Ultimo periodo in cui si scatena Bruttini, che nei primi possessi offensivi domina sotto canestro (chiuderà con 10 punti negli ultimi 10′), servito da un Triche sempre più al centro del gioco. L’Orlandina tiene botta fino al -8 al 35′ (79-71) poi coach Sodini sceglie di premiare i giovani Neri e Okijevic regalandogli una meritata passerella nei minuti finali, evitando di sovraccaricare i titolari. Termina dunque 99-76 in favore di Agrigento, con rematch previsto domenica 23 questa volta al PalaFantozzi.

Top scorer dell’incontro Brandon Triche con 28 punti (5/5 da 3) e 7 assist. 19 per Davide Bruttini, 10 punti e 8 rimbalzi per Jacopo Lucarelli, mentre Nicola Mei si ferma a 9 punti.

Fortitudo Agrigento-Orlandina Basket 99-76 (23-13; 45-42; 67-59)

Agrigento: Bell 7, Rotondo ne, Cannon 2, Evangelisti 25, Cuffaro, Fontana 8, Sousa 12, Ambrosin 19, Guariglia 9, Moricca ne, Nicoloso, Zilli 17. Coach: Franco Ciani.

Orlandina: Bruttini 19, Passera 3, Mobio 5, Neri, Mei 9, Triche 28, Bellan, Okijevic, Donda 2, Lucarelli 10. Coach Marco Sodini.

(Visited 15 times, 1 visits today)