Città di Sant’Agata, ancora polemiche sul “Fresina”

Sant’Agata di Militello – Il Città di Sant’Agata neo promosso in Eccellenza ha bisogno del suo stadio. Impensabile affrontare un campionato importante come quello della massima serie regionale senza giocare tra le mura amiche del “Fresina”, ad oggi inagibile. La compagine santagatese ha fatto suo il girone B di Promozione disputando le proprie gare interne tra Capo d’Orlando e Brolo. Adesso, però, i biancoazzurri vorrebbero tornare a casa ma la polemica sui lavori di manutenzione continua a montare nel centro messinese.

«Finalmente – ha affermato il presidente del consiglio comunale Antonio Scurria – con determina n. 112 del 30 maggio 2016 viene “attestata la copertura finanziaria ed effettuato l’impegno di spesa” per i lavori di manutenzione allo stadio comunale, postuma rispetto alla gara. Finisce, così, la sterile polemica innescata nei giorni scorsi e tendente, evidentemente, a generare confusione nell’opinione pubblica e preoccupazione fra gli sportivi. Com’era ampiamente prevedibile, la nuova determina, postuma rispetto alla gara per l’affidamento dei lavori, dimostra che gli atti precedenti erano privi di copertura finanziaria e che quanto troppo frettolosamente dichiarato circa l’inserimento della copertura finanziaria nella determina a contrarre si è rivelato privo di fondamento. Chissà se il sindaco adesso troverà la parole o se, come Paolo di Tarso, verrà “folgorato sulla via Damasco”».

Non si è fatta ovviamente attendere la reazione del sindaco santagatese, Carmelo Sottile: «Agli sportivi interessa poco se sia un gol oppure un autogol. L’importante è che la squadra del cuore vinca la partita. Ad essere folgorati sulla via per lo stadio dovevano essere quelli che per tanti anni hanno lasciato spenti i fari del terreno di gioco ed ora cercano di farsi luce di credibilità sui social network. La procedura seguita per i lavori di manutenzione del campo e degli spogliatoi è stata corretta tanto è vero che tutti i pareri di regolarità tecnica che di regolarità contabile e di copertura finanziaria espressi dall’ing. Silla e dalla dott.ssa Smiriglia sono stati favorevoli. E tuttavia il problema non era questo ma la spasmodica ricerca da parte di Scurria di qualche “pagliuzza” che potesse in un qualche modo impedire e/o rallentare i lavori di manutenzione del “Fresina”».

Polemiche a parte, il Città di Sant’Agata sta già lavorando sottotraccia per il futuro. Ancora alla ricerca di un allenatore, la società del futuro presidente Paratore ha contattato calciatori di spicco per la categoria, pronti a dare eventualmente il loro contributo per la causa biancoazzurra. Ovviamente soltanto allo stadio “Fresina”, s’intende.

Francesco Gugliotta

(Visited 183 times, 1 visits today)