Coppa Italia d’Eccellenza, il Palazzolo sbanca Avola

Palazzolo Acreide – Prova di forza del Palazzolo, che, pur giocando in un campo che di certo non era l’ideale per esaltare le qualità dei singoli, è riuscito a vincere in trasferta con il Real Avola la gara d’andata degli ottavi di Coppa Italia grazie ad un gran colpo di testa di Fabio Messina. Nonostante il turn over attuato dal tecnico Pippo Strano, che ha lasciato in panchina tanti giocatori in vista della trasferta di domenica con la capolista Sant’Agata, al “Meno Di Pasquale” i gialloverdi hanno ben figurato tenendo sempre in mano il pallino del gioco e costruendo almeno quattro nitide palle gol con lo stesso Messina e con Petrullo, che è stato uno dei migliori in campo. Bene anche il “solito” Filicetti, che, su tiro da fermo, ha servito a Messina l’assist che poi è stato tramutato in rete dall’attaccante (si tratta della sua seconda marcatura in Coppa Italia), ed il portiere Latino, che in una delle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa, nei minuti finali, ha risposto con un grande intervento che ha impedito agli avolesi di pareggiare.

Tutti contenti e rinfrancati dalla convincente prestazione, dunque, in casa Palazzolo, con Giovanni Petrullo che a fine gara si è detto soddisfatto dei miglioramenti e dell’affiatamento raggiunto con i nuovi compagni. “Abbiamo interpretato bene la partita – ha spiegato proprio Petrullo – e vincere in trasferta senza subire gol, nell’ottica della qualificazione ai quarti, rappresenta per noi un vantaggio importante in vista della gara di ritorno. Pur non essendo ancora al meglio per via di dei postumi di un brutto infortunio sono riuscito a stare in campo per settantacinque minuti e anche se non è arrivato il gol – ha aggiunto a proposito della sua grande rovesciata che, nella ripresa, ha visto il pallone sfiorare il palo e di un tiro a botta sicura respinto miracolosamente dal portiere avversario –, so che per questo ci sarà tempo. Avevo giocato nello stesso ruolo con il mister anche a Siracusa e con un attaccante come Messina non posso che trovarmi alla grande. Adesso – ha concluso – spero di continuare a migliorare e a crescere”.

Il pensiero, però, per i giocatori iblei, va subito al campionato, con la trasferta di domenica col Città di Sant’Agata che, per Filicetti e compagni, rappresenta un altro importantissimo banco di prova. “Stiamo facendo sempre meglio – ha tenuto a sottolineare, a fine gara, l’attaccante Messina – e, come si è visto anche ad Avola, quando scendiamo in campo con l’atteggiamento e la consapevolezza giusta possiamo battere chiunque. Spero di sbloccarmi anche in campionato – ha aggiunto –, anche perché fare punti domenica in un campo come quello del Sant’Agata per noi sarebbe fondamentale”. “Bisogna continuare a pedalare e a tenere alta la testa” ha infine ricordato Mattia Latino, che, come sempre quando chiamato in causa, si è fatto trovare pronto contribuendo in maniera determinante alla causa gialloverde.

Marco Petrolito

(Visited 67 times, 1 visits today)