Dattilo Noir, Manuguerra: “Possiamo sorprendere ancora”

Paceco – Uno dei protagonisti della grande cavalcata della passata stagione del Dattilo Noir in Eccellenza, il centrocampista Giuseppe Manuguerra ha sposato nuovamente la causa bianco gialloverde della famiglia Mazzara.

Un nuovo campionato, qualche compagno nuovo, lo stesso condottiero Formisano ma sempre nuove e importanti ambizioni per la squadra dattilese: “Quest’anno c’è stato un cambiamento quasi radicale – ha detto Manuguerra –, il direttore ha allestito una rosa molto forte con giocatori di grande qualità. Ripetersi come l’anno scorso non sarà facile perché ogni anno il campionato cambia, le squadre si rinforzano e il livello della categoria migliora. Con il lavoro svolto finora e con quello che svolgeremo, potremo sicuramente dire la nostra e cercare in tutti i modi di fare bene, mettendo al primo posto la salvezza. La rosa, a mio avviso, è molto competitiva con il giusto mix di esperienza e gioventù”.

Tanti rinforzi di spessore, soprattutto nel reparto offensivo che ha cambiato completamente volto passando da Romeo, Porto e Tarantino a Carioto, Serio e Civilleri. A centrocampo però ci sarà sempre la grinta di Manuguerra: “Non mi pongo obiettivi personali, ho sempre pensato prima al bene della squadra e poi al mio. Chiaramente spero di fare meglio dell’anno scorso, sto lavorando tanto per migliorare la mia condizione fisica e per poter dare al mister e ai miei compagni il massimo contributo ogni partita. Con umiltà e sacrificio – ha proseguito il centrocampista dattilese – il Dattilo può raggiungere degli ottimi risultati, fermo restando che l’obiettivo principale è mantenere la categoria”.

Tante compagini trapanesi al via del prossimo girone A di Eccellenza, ma anche tanto equilibrio e qualche favorita: “Le squadre che lotteranno per il salto di categoria, a mio avviso, saranno Alcamo, Troina e ci metto anche la Riviera Marmi. Come ogni non sarà facile perché le inseguitrici sono sempre pronte a distruggere i piani delle società più ambiziose. Di conseguenza – ha affermato il centrocampista Manuguerra – anche squadre meno quotate possono dire la loro”.

A far da antipasto al campionato, come ogni anno, c’è sempre la Coppa Italia che quest’anno il Dattilo sembra aver iniziato con il piede giusto. Vittoria nel match interno d’andata dei sedicesimi contro la Folgore per 1-0 e favori del pronostico per il passaggio al turno successivo. Domenica al “Paolo Marino” però sarà tutt’altro che facile mantenere il buon risultato ottenuto al “Mancuso”: “Domenica scorsa non è stato facile, c’era molto caldo e i ritmi erano abbastanza lenti. Le gambe non sono ancora al top della condizione, ma chiaramente ci tenevamo a partire con il piede giusto e vincere la gara è stato importante. Siamo stati bravi a sfruttare le loro indecisioni e a colpire con un’azione di squadra degna anche di categorie superiori. Nella gara di ritorno – ha concluso Peppe Manuguerra – mi aspetto un match duro, andremo a Castelvetrano cercando di imporre il nostro gioco e per passare il turno”.

Giuseppe Favara

(Visited 151 times, 1 visits today)