F1, Ricciardo protagonista in Russia

Messina – Il Gran Premio di Russia per Daniel Ricciardo ha segnato la fine di un incubo. Dopo i ritiri di Spa e Monza per circostanze diverse tra di loro e il deludente sesto posto di Singapore, il pilota di origini messinesi è stato insieme a Max Verstappen e a Charles Leclerc tra i tre protagonisti principali della gara di Sochi. Nella gara disputatasi sul Mar Nero, Daniel come in Ungheria è stato autore di una bella gara risalendo dal fondo dello schieramento di partenza per aver cambiato nella giornata di venerdì la power unit Renault Spec C montata in Brianza con quella utilizzata fino alla gara in Belgio. Partito con una mescola di gomme soft, Ricciardo ha quindi avviato una serie di sorpassi a vetture più lente che lo precedevano in classifica concludendo la propria risalita fino al sesto posto finale già a metà gara.

Come a Budapest, è quindi riuscita la tattica di montare un set di gomme più dure rispetto ai primi 10 che scattavano con le ultrasoft e di riuscire ad allungare il primo stint di gara con il cambio di gomme avvenuto al 42esimo giro. Con gomme più morbide rispetto a quelle più dure utilizzate fino a dieci giri dalla conclusione, il pilota di origini messinesi si toglie subito la soddisfazione di realizzare il giro più veloce che è rimasto tale fino a quando Lewis Hamilton prima e Valterri Bottas dopo sono riusciti a migliorare la sua prestazione. In più tutto è arrivato quando già dal primo giro ha dovuto far fronte al danneggiamento dell’ala anteriore per aver colpito dei detriti lasciati in pista da una Mclaren dopo un contatto con le altre vetture davanti.

Se Ricciardo è riuscito quindi a salvare la sua giornata risalendo fino alla sesta posizione, di meno positivo c’è che ha perso ancora una volta il confronto in casa Red Bull con Max Verstappen. Il pilota olandese si è dimostrato più veloce di lui per tutta la corsa e sembra che abbia messo in maniera definitiva alle strette Daniel, che ormai vive da separato in casa all’interno della scuderia austriaca e inizia a contare i Gp e i mesi che mancano per l’inizio della nuova avventura in Renault.

Danilo Scurria

(Visited 27 times, 1 visits today)