Formisano: “Nulla da perdere, il mio Dattilo è imprevedibile”

Paceco – “Non scordiamoci mai da dove siamo partiti”. Con questa frase (con tanto di foto della squadra che vinse il campionato di Prima Categoria nel 2012) il tecnico del Dattilo Noir Massimo Formisano, sul proprio profilo Facebook, ha caricato l’ambiente gialloverde in vista del tanto atteso big match di domenica, in programma al Mancuso di Paceco, contro la Sancataldese. Due delle tre capolista del girone A di Eccellenza si affronteranno domenica pomeriggio in una partita che metterà di fronte il miglior attacco (quello del Dattilo Noir con 45 gol) e la miglior difesa (quella della Sancataldese con soli 12 gol subiti).

I dattilesi del presidente Mazzara arriveranno a questa grande sfida con cinque risultati consecutivi nelle ultime settimane e con il buon punto conquistato sul campo dell’Alcamo: “Il match di domenica scorsa – ha detto il tecnico gialloverde Formisano – è stato proprio come me l’aspettavo: maschio e combattuto soprattutto in mezzo al campo. Entrambe le squadre hanno provato a fare la gara ma era oggettivamente impossibile visto che il campo era impraticabile a causa della pioggia. Se speravamo di essere ancora primi dopo il turno scorso? Onestamente dopo il pareggio del Gela ci speravo, anche perché il Castelbuono si sta dimostrando un vero osso duro”.

Quella di domenica sarà anche la sfida tra i due bomber (Romeo e Montalbano, venticinque gol in due) ma ci saranno anche diverse defezioni: nel Dattilo Noir non ci saranno Lombardo (squalificato) e Porto (infortunato), mentre tra i nisseni mancheranno gli squalificati Maniscalco, Fragapane e Bruno. “Purtroppo ci saranno delle assenze importanti in entrambe le squadre – ha proseguito mister Formisano –. Spero comunque sia una bella gara, spettacolare e corretta tra la miglior difesa del campionato ed il miglior attacco. Non vorrei essere ripetitivo ma noi non abbiamo nulla da perdere, il nostro campionato lo abbiamo già vinto da un pezzo e, quindi, quello che verrà ce lo prenderemo volentieri. Se i nostri avversari saranno più bravi di noi, gli stringeremo la mano. La Sancataldese ha un organico più coeso, un sistema di gioco già rodato e consolidato da anni ma noi siamo imprevedibili. Contro il Dattilo non sai mai cosa può succedere, quindi nulla di scontato”.

Ma che finale di stagione si aspetta il tecnico della squadra rivelazione di questo campionato di Eccellenza? “Ho sempre pensato che alla fine il Gela potesse venire fuori – ha ammesso Formisano –, però continua ad avere risultati altalenanti soprattutto fuori casa, mentre in casa fanno davvero paura. La Sancataldese invece rappresenta la solidità indiscussa del torneo. Noi, invece, siamo stati finora encomiabili, nessuno avrebbe scommesso un euro sul Dattilo Noir. Forse adesso stiamo prendendo coscienza della nostra reale forza e ora partite che magari prima pareggiavamo o perdevamo, le portiamo a casa anche col minimo scarto. Credo comunque – ha concluso Massimo Formisano – che da qui alla fine ci sarà da divertirsi”.

Giuseppe Favara

(Visited 243 times, 1 visits today)