Il Gescal debutta in Promozione. Panarello: “Sono fiducioso”. Mancuso: “Obiettivo salvezza”

Messina – Ripresa degli allenamenti, dopo la pausa estiva, che si è rivelata particolarmente dolce per il Gescal, che, dopo l’ufficializzazione dei ripescaggi, dovrà preparare il prossimo campionato di Promozione. Quella Promozione che, sfumata nella finale play-off contro il San Biagio, il club biancoverde trova dalla porta di servizio ma con la consapevolezza di averla meritata e di poterla vivere da protagonista: “Quando la Lega ci ha comunicato di essere stati ripescati è stata una grande emozione, una gioia immensa, anche se ce lo aspettavamo perché, in base ai punteggi, avevamo buone possibilità”, ha commentato il presidente Francesco Panarello che, nella struttura biancoverde, il “Gescal Stadium”, alla presenza della dirigenza, dello staff tecnico e dei giocatori, vecchi e nuovi, ha brindato giustamente alla nuova avventura.

Un momento storico per la società messinese, per la prima volta in Promozione, ma pronto ad affrontare una nuova sfida con determinazione e la consapevolezza, pur tra tante difficoltà, di essere una realtà in crescita e che sa guardare avanti con attenzione: “È importante avere basi solide e una struttura di proprietà dove svolgere tutte le attività, dal settore giovanile alla prima squadra – ha continuato il massimo dirigente -. Siamo una matricola, non abbiamo grande esperienza, ma abbiamo allestito un buon organico e sono fiducioso”.

E in questo senso la dirigenza si è mossa con netto anticipo, bloccando, oltre al gruppo (Acquaviva, De Tommasi, Pannuccio, Billè, De Tommasi, Galletta) che ha disputato una grande stagione di Prima Categoria, anche giocatori di spessore ed esperienza come i difensori Davide Nicolò, Marco Fodale e Domenico Lo Presti, i centrocampisti Salvatore Trovato, Gabriele Sturniolo e Pietro Rizzo e l’attaccante Manuele Pagano, ma, come ha sottolineato il presidente Panarello, “Manca ancora qualcosa, una prima punta”.

“Il Gescal è una realtà del calcio dilettantistico di Messina, quasi pronto per una categoria importante come la Promozione”, ha commentato un entusiasta Giampiero Mancuso, confermato alla guida della prima squadra con il preparatore atletico (e giocatore) Alessandro Romeo e il preparatore dei portieri Paolo Passaniti. “Abbiamo cercato di puntellare l’organico con giocatori di categoria, ma mi interessa soprattutto avere persone di carattere e che non mollino mai. Manca qualcosa, un attaccante – ha ribadito il tecnico – e qualche altro juniores che potrebbe uscire anche dal nostro settore giovanile”.

La stagione è appena iniziata, ma mister Mancuso non intende stravolgere la sua squadra, anzi, come sempre, fare della concentrazione, cattiveria agonistica e umiltà le armi per affrontare una sfida affascinante ma insidiosa: “Un bellissimo girone con tanti derby. Sarà un campionato molto livellato ma alla lunga qualcuna uscirà. Vedo bene le messinesi e spero che tra queste ci sia qualche sorpresa. Voliamo basso e il nostro obiettivo principale – ha evidenziato – è la salvezza. Per la prima volta nella storia disputiamo la Promozione e giocheremo per una tranquilla salvezza”.

Davide Billa

(Visited 192 times, 1 visits today)