Gli scappa durante il derby, espulso il portiere del Messina

Barcellona P. G. – Si è giocato nel pomeriggio di ieri allo stadio “D’Alcontres” di Barcellona Pozzo di Gotto il derby tra Igea Virtus Barcellona e Acr Messina, valido per la ventottesima giornata del girone I di Serie D. Il match, equilibrato e condizionato dalla pioggia che ha reso pesantissimo il terreno di gioco, si è chiuso sullo 0-0. L’Acr Messina, però, ha chiuso in dieci uomini la partita. Niente di così singolare, a parte il motivo dell’espulsione dell’estremo difensore messinese Armando Prisco: non essere riuscito a trattenerla. Non la palla, bensì la pipì.

A cinque minuti dal termine dell’incontro Prisco, entrato in campo al posto dell’infortunato Meo, non ha più resistito e ha quindi deciso di urinare dietro la propria porta. L’arbitro, il signor Iacovacci di Latina, non ha potuto far altro che espellere il numero 12 peloritano per comportamento antisportivo. Così l’Acr ha dovuto disputare gli ultimi minuti di gara con un difensore, Bruno, tra i pali. Lo 0-0 finale premia più il Messina che non l’Igea, che può recriminare per qualche occasione di troppo sciupata e per non aver sfruttato la superiorità numerica in uno strano finale.

(Visited 193 times, 1 visits today)