Igea Virtus show: 7-0 sul Forza Calcio Messina. Sporting Taormina in rimonta, 2-1 con il Viagrande

Barcellona P. G. – Non poteva chiudersi meglio l’anno dell’Igea Virtus che, al “D’Alcontres”, ha travolto con un netto 7-0 il Forza Calcio Messina. Di contro, quindi, ultimo turno di andata da dimenticare per la squadra del duo tecnico Gambadoro-Naccari che nulla ha potuto contro la corazzata di mister Peppe Raffaele, brava a sbloccare subito il match e dilagare con una costante pressione in fase offensiva e conquistare così il 13° risultato utile consecutivo (unica sconfitta il 20 settembre contro lo Sporting Taormina).

I barcellonesi partono subito forte e, al 4’, trovano il vantaggio con Cannavò che, ben servito da Isgrò in profondità, batte Fazio dando inizio allo show dei locali. La squadra di Raffaele, che ritrova Dall’Oglio, uno dei tanti infortunati, si impone subito: al 12’ ancora Cannavò, in area, conclude ma Fazio smanaccia in corner e il portiere si ripete al 18’ sul colpo di testa di Mazzù. Un minuto dopo, Genovese, tornato in questa sessione di mercato in maglia giallorossa, scappa via al diretto avversario, conclude ma Fazio non trattiene; si avventa Cannavò che firma la sua personale doppietta con un facile tap-in. Il Forza Calcio Messina non riesce a reagire e rischia ancora al 26’ quando Raveduto (altro neo acquisto) sbaglia un rigore in movimento su invito di Mazzù. Al 27’, invece, Genovese non arriva per poco alla deviazione sul cross di Lanza. Il tris è rimandato di un minuto e, al 28’, Fazio respinge il tiro di Cannavò e, questa volta, è Mazzù a ribadire in rete. L’Igea è scatenata e, al 30’, ecco anche il poker con Genovese che supera ancora il portiere ospite. L’unica nota stonata della prima frazione è l’infortunio di Cardaci che, al 36’, deve lasciare il posto ad Andaloro. Sul finire di tempo (43’), Longo ci prova con tiro dalla lunga distanza, ma Inferrera blocca senza problemi la prima conclusione del Forza Calcio.

Nella ripresa, la musica non cambia, l’Igea Virtus resta padrone del campo e sfiora a ripetizione il quinto gol con Lanza (tiro alto), Raveduto e Isgrò che non inquadrano lo specchio. Al 50’ Fazio, in uscita, salva su Isgrò che si era involato verso la porta avversaria, ma il 5-0 arriva quattro minuti dopo quando lo stesso Isgrò scappa via e insacca alle spalle dell’estremo difensore peloritano. I padroni di casa non si fermano, mentre il Forza Calcio non riesce né a pungere né a opporsi agli attacchi degli igeani che, 59’, vanno vicini alla sesta rete con Isgrò, tiro a lato di poco, e lo realizzano al 65’ con Genovese, che impreziosisce con una doppietta il suo nuovo debutto in giallorosso. Al 72’ Platania prova a interrompere la supremazia locale con un tiro che, però, non insidia Inferrera, mentre all’80’ ennesima fuga di Isgrò che, lanciato da Cardia, solo davanti a Fazio non sbaglia e chiude definitivamente il match sul 7-0.

Troppo netto il divario tra le due squadre: l’Igea Virtus si isola così al secondo posto in classifica con 32 punti (-1 dalla Sicula Leonzio), mentre il Forza Calcio Messina resta terz’ultimo a quota 8.

Al comunale “Russo” di Viagrande, infine, importante affermazione esterna dello Sporting Taormina che, in rimonta, si impone 2-1 sui biancoazzurri etnei. Gara che si decide nel primo tempo, quando, al vantaggio locale di Scapellato, che supera Gulisano dal dischetto, replicano Ancione, che firma l’immediato pari, e Nicolosi, autore del sorpasso prima dell’intervallo e del suo terzo centro in due gare. Lo Sporting Taormina consolida così la propria posizione nei play-off (29 punti), mentre il Viagrande chiude il girone di andata con 21 punti.

IGEA VIRTUS-FORZA CALCIO MESSINA 7-0

Igea Virtus: Inferrera, Ravidà, Dall’Oglio, Lanza, Cardia, Cardaci (36’ Andaloro), Isgrò, Mazzù, Raveduto (70’ Accordino), Cannavò (52’ Pino), Genovese. All.: Raffaele

Forza Calcio Messina: Fazio, Manzella, Scipilliti, D’Angelo, D’Urso, Davide, Cambria, Longo G., De Martino, Platania, Buscema (57’ st Mamone). All.: Gambadoro-Naccari

Reti: 4’ e 19’ Cannavò, 28’ Mazzù, 30’ e 65’ Genovese, 54’ e 80’ Isgrò

Arbitro: Polizzi di Palermo. Assistenti: Cicero e Messina di Catania

Ammoniti: Pino (IV)

Recupero: 0’ e 2’

Davide Billa

Foto FB Igea Virtus

(Visited 108 times, 1 visits today)