Il Siracusa soffre ma vince 2-1: con la Palmese reti corsare di Catania e Savanarola

Palmi – Vittoria tanto sofferta quanto pesante per il Città di Siracusa che espugna il campo della Palmese nel turno infrasettimanale del campionato di serie D girone I. I siciliani partono bene e trovano il vantaggio dal dischetto con Catania. Raddoppio che arriva sempre nella prima frazione, e ancora dal dischetto, questa volta insaccato da Savanarola. Nella ripresa la Palmese attacca a testa bassa e trova l’1-2 con Saturno a poco meno di mezz’ora dal termine, soffrendo però davvero tanto. I neroverdi colgono anche una traversa con un tiro dagli oltre 35 metri di Mangiarotti. Aretusei che agganciano la Frattese (pari con il Gragnano) in seconda posizione a quota 48 punti, a -4 dalla Cavese vittoriosa sul campo della Gelbison in extremis per 2-1. (foto Salvatore La Marca)

PRIMO TEMPO: Parte forte il Siracusa con Savanarola che pennella per Catania sul versante opposto, il capocannoniere aretuseo cerca di rimetterla in area ma la difesa calabrese riesce a spazzare. Un paio di giri di lancette più tardi è Torchia a provarci dai 25 metri, mira imprecisa. Al 15’ aretusei ancora avanti: Giordano serve sulla corsa Catania che prova la botta dalla distanza, palla sopra la traversa. Al 20’ rigore per il Siracusa: Dezai serve il solito Catania che tenta il cross ma un difensore di casa tocca vistosamente con il braccio, il direttore di gara non ha dubbi e fischia il penalty. Catania dagli 11 metri è freddo e spiazza Barillà, è 0-1. La Palmese subisce il colpo e si riaffaccia nella metà campo avversaria con decisione al 27’: Sarr prova il cross, Barbiero respinge e Mangiarotti prova la botta da lunghissima distanza, D’Alessandro blocca senza grattacapi. Al 39’ aretusei vicini al raddoppio: azione splendida orchestrata da Baiocco e Catania, lancio su Sibilli che vede e pesca Dezai in area, l’attaccante ex Akragas impatta bene ma non centra lo specchio di pochi centimetri. Al 43’ secondo rigore per i siciliani: Baiocco lancia Dezai che entra in area e contrastato crolla, l’arbitro concede il penalty tra le proteste dei padroni di casa. Sul dischetto questa volta si presenta Savanarola, Barillà intercetta ma non riesce a smanacciare via la sfera, è 0-2. Dopo un minuto di recupero finisce così la prima frazione, Palmese-Siracusa 0-2.

SECONDO TEMPO: Pronti-via e Palmese in gol ma l’arbitro annulla: Cordiano vede e serve Cassaro che insacca di testa, ma il centrale difensivo è probabilmente al di là della linea difensiva azzurra. Al 57’ buona occasione per il Siracusa: Savanarola vola sulla fascia e crossa, la palla attraversa tutta l’area con nessun aretuseo che riesce ad intervenire. Al 67’ la Palmese accorcia: dormita della difesa azzurra su palla finita in area quasi per caso, Saturno è il più lesto a piazzare la zampata vincente, è 1-2. Gli uomini di Sottil soffrono la pressione dei padroni di casa, che grazie ai lungagnoni davanti prova sempre più spesso la palombella in area. Al 76’ occasionissima per i neroverdi: Savanarola commette fallo vicinissimo al proprio limite dell’area, Mangiarotti si incarica della battuta ma calcia di poco alto. Tre minuti dopo Palmese sfortunata: Mangiarotti praticamente da metà campo prova il tiro a superare D’Alessandro leggermente avanzato, ma la sfera colpisce in pieno la traversa e torna in campo. Al 90’ i calabresi sciupano una grande occasione: dopo un batti e ribatti la palla arriva a Cassaro in piena area che da buona posizione, senza troppa pressione, non inquadra lo specchio della porta. Dopo quasi sei minuti di recupero finisce così a Palmi, Palmese-Siracusa 1-2.

IL TABELLINO

PALMESE (4-4-1-1): G. Barillà: Andiloro, Taverniti, Cassaro, Misale; Torchia (46’ Siclari), Cordiano, Mangiarotti, Sarr (58’ Novello); Fabio (65’ Urbano); Saturno. A disp.: Maruca, Gualdi, Napoli, Ciccone, Maltese, Mazzei. All. Salerno.

SIRACUSA (4-2-3-1): D’Alessandro; Barbiero, Orefice, Chiavaro, Dentice; Baiocco, Giordano; Dezai (89’ Spinelli), Catania, Sibilli (85’ Marghi); Savanarola (78’ Palermo). A disp.: Viola, Vindigni, Porcaro, Longoni, Arena, Ricciardo. All. Cristaldi (Sottil squalificato).

ARBITRO: Fusco di Brindisi (Di Bello-Urselli).

MARCATORI: 21’ Catania, 43’ Savanarola, 67’ Saturno.

NOTE: ammoniti Chiavaro, Torchia, Dentice, Cordiano, Mangiarotti, Dezai, Savanarola, D’Alessandro, Palermo, Andiloro; allontanato all’87’ il tecnico aretuseo Cristaldi per proteste.

Dario Li Vigni

(Visited 209 times, 1 visits today)