Il TeLiMar torna alla vittoria: contro la Promogest finisce 6-3

Palermo – La sesta giornata del girone di ritorno del Campionato di Pallanuoto Maschile A2 Sud, regala poche emozioni, ma una certezza: il TeLiMar, seppur soffrendo, torna alla vittoria e lo fa in casa contro la Promogest. All’Olimpica di Palermo finisce 6-3 un match iniziato sottotono dai padroni di casa che riescono, però, con una seconda metà di partita giocata in modo più costante in attacco a spuntarla contro la squadra sarda allenata da Milardovic, che sostituisce temporaneamente in panchina Marcello Pettinau.

Sbloccano il risultato i sardi con Vuleta a 5’03 in un primo quarto che regala ben poche emozioni.

Anche metà del secondo parziale se ne va senza azioni degne di nota, poi Vuleta raddoppia per la Promogest in controfuga a 3’34. I padroni di casa, che non sono entrati subito in partita, riescono però ad accorciare le distanze sull’1-2 con Galioto a 1’02 dopo una serie di occasioni sprecate in attacco.

Il TeLiMar vuole riprendersi la partita e lo fa con Fabiano a 6’17 in superiorità. La rete del sorpasso arriva con Lo Cascio che sfrutta l’uomo in più e porta il sette dell’Addaura sul 3-2. Il momento è buono per i ragazzi allenati da Quartuccio, che allungano sul 4-2 con Fabiano, servito alla perfezione da Galioto.

L’ultimo quarto vede il TeLiMar proseguire la striscia positiva con il suo bomber, Ciccio Lo Cascio, che segna il 5-2 a 5’02. Gli ospiti hanno un’occasione per rimontare, ma non riescono a trasformare un rigore: Serrentino non si fa battere da Gaffuri. Poi, però, Rinaldi, riaccende le speranze dei sardi con il 5-3 segnato a 4’01. È Galioto a rafforzare il vantaggio per i padroni di casa, firmando la rete del 6-3 a 1’43 dal termine che, di fatto, chiude il match.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: “Dopo un inizio in totale sordina, abbiamo giocato con grande attenzione in difesa ed evitando di forzare in attacco, andando avanti di 2-3 goal, distacco questo che abbiamo mantenuto sino alla fine, meritando la vittoria contro una Promogest che dopo un avvio scoppiettante, si è rivelata prevedibile. Ritengo che con questi 3 punti, giunti a quota 26, possiamo ritenerci, anche se ancora non matematicamenre, salvi con 5 giornate di anticipo. Ora ci aspetta la ‘mission impossible’ in trasferta al Foro Italico, contro la sinora imbattuta capolista Roma Nuoto,  ricordando comunque che abbiamo ancora una partita da recuperare, quella in trasferta contro l’Arechi,  che disputeremo lunedì 2 maggio”.

TeLiMar-Promogest 6-3

TeLiMar: 1. Serrentino, 2. R. Di Patti, 3. Galioto (2), 4. F. Di Patti, 5. Lo Dico, 6. D’Aleo, 7. Trebino, 8. D. Geloso, 9. Lo Cascio (2), 10. Calabrese, 11. Fabiano (2), 12. Giliberti, 13. Sansone – Allenatore: Ivano Quartuccio

Promogest: 1. Bartolucci, 2. Maresca, 3. Guidi, 4. Rinaldi (1), 5. Curgiolu, 6. Lai, 7. Pagliara, 8. Vuleta (2), 9. Namar, 10. Calli, 11. Gaffuri, 12. Baldinelli, 13. Deidda – Allenatore: Ivan Milardovic

Note: Da registrare l’espulsione di Trebino (TeLiMar), per limite di falli e di Rinaldi (Promogest) per proteste, entrambi nel quarto tempo. Parziali: 0-1; 1-1; 3-0; 2-1. Superiorità: TeLiMar 2/8; Promogest 0/6 e un rigore fallito.

Fischio d’inizio alle ore 14:00 agli ordini dei Sigg. Arbitri Andrea Baretta (Latina) e Stefano Scappini (S.Marinella, RM)

Alessia Anselmo

(Visited 54 times, 1 visits today)