L’Orlandina saluta il PalaFantozzi, Pistoia ai play-off

Capo d’Orlando – La Betaland Capo d’Orlando chiude l’anno con la festa dopo la sconfitta con Pistoia 58-65. Match equilibrato fino all’intervallo che poi ha vissuto di folate con gli ospiti che respingono i padroni di casa negli ultimi minuti di gioco grazie alle triple di Filloy e Moore. La Betaland chiude comunque festeggiando tra i propri tifosi la salvezza ottenuta con due gare d’anticipo. Grande atmosfera a fine gara a testimonianza della condivisione totale di energia e passione tra ambiente e team.

Ottimo inizio dei toscani che realizzano con continuità dall’arco in questa prima fase. Nankivil, Basile e Perl provano a non fare scappare la Giorgio Tesi e al sesto è 7-11. Ancora Perl protagonista con la stoppa su Blackshear. Entra Ryan Boatright subisce fallo al tiro e fa 2/2 ai liberi. Penetra e scarica del folletto americano per il capitano Sandro Nicevic dalla media (12-16 a 47’’). Alla sirena del primo quarto è 13-16.

Boatright dalla lunga distanza dà il pareggio momentaneo (16-16), ma Antonutti risponde immediatamente (16-19 al 13esimo). Boatright in acrobazia nonostante il fallo non ravveduto, Nicevic dalla media e al 15esimo la Betaland trova il primo vantaggio 20-19. Break 0-6 degli ospiti (20-25 al 17esimo), lo interrompe l’eterno Basile da 3 (23-25). A tripla risponde tripla, Filloy e Ilievski, Oriakhi sfrutta la differenza di kg con Antonutti e realizza da sotto (29-28 a 1’30’’ dall’intervallo). Perl finta il tiro, penetra e appoggia al tabellone per il 31-30 con cui si conclude il primo tempo.

Al rientro sul parquet gli ospiti piazzano un parziale di 0-7 e si portano subito avanti. Perl si costruisce un tiro dal palleggio e fa i primi due punti del terzo quarto per l’Orlandina (33-39 al 23esimo). Ilievski scuote la retina da fuori su assistenza del giovane ungherese di Capo d’Orlando, Oriakhi fa 1/2 ed è 37-39 al 26esimo. Ancora Perl sugli scudi, usa il corpo e pareggia a 39. Quando Baso esce dal cilindro la tripla ignorante tutto il palazzo si alza in piedi e l’Orlandina torna avanti: 42-39 al 28esimo. Prima che si chiuda la terza frazione Blackshear ristabilisce in parità la situazione (42-42).

L’ultimo quarto si apre con il piazzato di Nicevic a cui risponde Moore. Perl segna subisce il fallo, ma sbaglia il libero aggiuntivo. Ilievski e Nicevic fanno impazzire il palazzo e l’Orlandina è avanti di 6 a quando mancano 6 minuti: 52-44. Czyz dall’arco rianima i suoi, Nicevic realizza in step back dalla media protesta con la terna e gli viene commutato un tecnico (56-53 a 4’30’’ dalla fine). La Betaland non si scompone e trova altri due punti con Perl. L’atmosfera si riscalda dopo un paio di fischi pro Pistoia, la situazione è nuovamente ribaltata (58-59 a 2’ dalla fine). Due triple di Moore e Filloy ricacciano giù la Betaland e chiudono di fatto la gara a un 1’ dalla fine (58-65). Poi è festa per tutti, con l’Orlandina abbracciata dal suo pubblico e Pistoia che può festeggiare i play-off raggiunti.

Betaland Capo D’Orlando – Giorgio Tesi Group Pistoia 58-65 (13-16)(31-30)(42-42)

Betaland Capo D’Orlando: Galipò G ne, Ihring, Basile 9, Ilievski 9, Laquintana 1, Perl 14, Nicevic 12, Boatright 8, Munastra ne, Vujicevic, Oriakhi 3, Nankivil 2. All: Di Carlo.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Di Pizzo ne, Knowles 11, Amato, Mastellari, Antonutti 5, Lombardi 8, Filloy 15, Severini ne, Czyz 7, Blackshear 6, Moore 5, Kirk 8. All: Esposito.

(Visited 28 times, 1 visits today)