Maniscalco saluta la Sancataldese dopo 20 anni

San Cataldo – Già qualche stagione fa, Enrico Maniscalco, storico capitano della Sancataldese, aveva esternato la volontà di smettere. Adesso, dopo 20 anni ad indossare la casacca verdeamaranto, sembra proprio arrivato il momento dei saluti tra la formazione nissena e il suo numero 8, protagonista di innumerevoli battaglie, che ha deciso di congedarsi dal suo universo, quello della Sancataldese, con una splendida lettera pubblicata su facebook che di seguito riportiamo.

“Era il lontano 1996 quando un ragazzino di 15 anni con i capelli ricci e lunghi entrava per la prima volta nel mitico Valentino Mazzola ed entrava a far parte della famiglia verdeamaranto. Oggi, dopo 20 anni e con molti capelli in meno, quel ragazzino è diventato uomo ed è qui per dirvi arrivederci; è arrivato il tempo dei saluti.

Grazie di tutto, grazie per avermi fatto crescere, per avermi insegnato i valori sportivi, per avermi insegnato a lottare in campo e nella vita e per avermi dato la possibilità di vestire questi colori, che per me sono diventati una seconda pelle e anche il colore del mio sangue.

Abbiamo vinto forse meno di quanto meritavamo, perso ma sempre con la consapevolezza di aver dato tutto per la città e per la gente; ho amato tutto di voi fin dal primo minuto e continuerò a farlo per sempre, perché ormai siete parte della mia vita, quella migliore!

Ringrazio la dirigenza tutta, il presidente Diliberto, Spinello, Lacagnina, Pirrello, lo staff medico con Arcangelo Russo, il mitico Antonio Polito e Pierpaolo Vizzini, lo staff tecnico con il mio grande mister Marcenó (ormai da serie B minimo), Gallo, Pernicano e Nicosia ma soprattutto il mio direttore Galletti, uomo fantastico e grande dirigente, nessuno come lui per me.

Grazie ai ragazzi del Commando e a tutti i veri tifosi della “Magica” e anche a chi non sono mai stato simpatico; le loro critiche, mi hanno dato la forza di allenarmi meglio e dare di più nelle partite successive.

Porterò dentro di me 20 anni stupendi e di passioni indescrivibili; insomma, un viaggio meraviglioso. Nessun colore avrà tinte più forti del verdeamaranto.

Per sempre, il vostro numero 8, Enrico Maniscalco”.

(Visited 151 times, 1 visits today)