Muri Antichi a Salerno per sfidare la TGroup

Catania – Voltare pagina. Questo l’imperativo dopo il derby vinto con la Nuoto Catania. La trasferta di Salerno contro Arechi, domani, rappresenta un crocevia importante per la Famila, quasi una prova di maturità, per dimostrare che la vittoria contro la Nuoto Catania non sia soltanto un fuoco di paglia. Qualche novità in vista della sfida in terra campana  per la formazione di Mauro Maugeri, che non potrà contare sul portiere Cristiano Vittoria, assente per motivi di lavoro, al suo posto in porta ci sarà Riccardo Caltabiano, alla prima da titolare in questa stagione. La seconda novità è senza dubbio il ritorno in squadra di Giovanni Zappalà che torna ad indossare la calottina dei Muri Antichi e tra i convocati prende il posto di Vittoria, ma in realtà rientrato alla Famila per sostituire Luca Sfogliano. 

Sarà importante partire con la stessa intensità vista sabato scorso alla piscina “Scuderi” ed evitare cali di tensione, come afferma anche il tecnico Maugeri: “Sarà una partita complessa – ammette Maugeri –, noi non abbiamo nulla da perdere perché abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Loro hanno giocatori esperti, (tra cui Simonetti ex atleta della Famila). Dobbiamo giocare però con la stessa intensità del derby. Ieri in amichevole con la Nuoto Catania eravamo totalmente scarichi, forse sazi della vittoria ottenuta sabato scorso, ed è stata questa la conseguenza della nostra pessima prestazione. Deve servirci da insegnamento, bisogna correggere questo aspetto, non bisogna passare dal 100% all’1% di intensità. Se entriamo in vasca con lo stesso spirito guerriero di sabato possiamo farcela”.

Sulla stessa falsariga il presidente della Famila che afferma: “Speriamo di aver smaltito la sbornia della vittoria nel derby. Il campionato ci mette di fronte l’Arechi seconda forza del campionato – dichiara Spinnicchia – ma soprattutto una società emergente che sta lavorando bene sui giovani. Purtroppo potrebbe non aiutarci  qualche assenza importante, ma se dimostreremo di non essere ancora sazi, venderemo cara la pelle. La strada per la salvezza è ancora lunga, arriveranno momenti difficili, ecco perché è importante mettere più e prima possibile fieno in cascina”.

Davide Caltabiano

(Visited 151 times, 1 visits today)