Paceco, il presidente Marino: “Derby play-off tutto da vivere, arbitri ci hanno penalizzato!”

Paceco – Finale di campionato tutto da vivere per il Paceco del presidente Salvatore Marino. I rossoargento di mister Mazzara, che non vincono da tre giornate, sono qualificati matematicamente ai play-off dove, nel primo turno, affronteranno i cugini del Dattilo Noir.

L’ultima giornata del campionato regolare però prevede lo scontro casalingo contro la seconda forza del torneo Sancataldese, un match che ha poco da dire per il Paceco, mentre per i nisseni c’è ancora un barlume di speranza per il primo posto: “È vero non vinciamo da tre turni e di conseguenza abbiamo perso un po’ di terreno dalle prime – ha detto il presidente pacecoto Marino –, ma la squadra non è stata messa sotto da nessuna delle avversarie né tantomeno dall’Alcamo dove abbiamo sprecato molte occasioni. Per questo siamo tranquilli e fiduciosi per il finale di stagione. Con la Sancataldese sarà una partita importante solo per loro che possono sperare ancora nella prima posizione. Per noi, invece, rappresenta un ottimo test in attesa del play-off, ma è chiaro che bisogna onorare il campionato fino all’ultimo e soprattutto un eventuale successo farebbe molto bene dal punto di vista mentale”.

Un assaggio di play-off domenica al “Mancuso” per un Paceco che vuole ritrovare un successo che manca da più di tre settimane e che vuol far vincere anche la classifica dei marcatori al bomber Davide Testa che, con 20 reti, è il momentaneo capocannoniere del girone A. Comunque vada a finire domenica, il Paceco avrà la certezza di giocarsi il play-off contro il Dattilo ma fuori casa e quindi con un solo risultato a disposizione. Un derby che già si preannuncia emozionante e sicuramente storico: “Ad inizio stagione nessuno, io per primo, avrebbe scommesso sul derby play-off fra noi ed il Dattilo e questo evento passerà sicuramente alla storia di questo comune che adesso rappresenta la capitale del calcio dilettantistico siciliano. Il derby – ha proseguito il numero uno rossoargento – può riservare qualsiasi epilogo e per questo affronteremo gli avversari con il massimo rispetto per quello che hanno fatto quest’anno ma senza nessun timore reverenziale e soprattutto sereni e senza particolari eccitazioni tipiche da stracittadine”.

Soddisfazione per la società pacecota che per la prima volta nella sua storia, ad appena cinque anni dalla rifondazione e dalla partenza dalla Terza Categoria, si prepara a partecipare agli spareggi di fine campionato seppur con qualche piccolissimo rimpianto: “Per noi qualunque sia il risultato finale sarà comunque un successo. Abbiamo allestito una squadra con un budget molto limitato di molto inferiore a quello dello scorso anno raggiungendo il quarto posto utile alla disputa dei play-off e quindi siamo soddisfatti del nostro secondo campionato di Eccellenza. Un po’ di rammarico c’è però perché dovremo rinunciare ad uno dei nostri giocatori migliori, Giacomo Di Donato, e soprattutto per aver subito tantissimi torti arbitrali testimoniati dalle immagini televisive e che – ha concluso il presidente del Paceco Marino – abbiamo raccolto in un file che invieremo in lega e che pubblicheremo a campionato finito”.

Giuseppe Favara

(Visited 299 times, 1 visits today)