Palermo a stelle e strisce? Zamparini: «Due anni e saluto»

Palermo – «Due anni e vado via». Quante volte il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ha minacciato di lasciare la società rosanero? Ormai si è perso il conto, specie nell’ultimo, complicato periodo. Questa volta, però, il vulcanico patron palermitano potrebbe non spararla grossa. Sarebbe infatti in corso una trattativa per cedere una parte delle quote del club agli americani.

«Voglio valorizzare il telaio esistente, spero di coinvolgere gli americani, e Tacopina non c’entra nulla, per un graduale passaggio di consegne: farò il presidente per altri due anni, poi lascerò la scena», ha fatto sapere Zamparini. Una prima pista porterebbe alla famiglia Viola, Vincent e il figlio John, da tempo simpatizzanti rosanero.

Ma chi è Vincent Viola? Uno che di sport e fatturato se ne intende. Originario del salernitano, di New York, Viola ha fatto la sua fortuna in borsa ed è proprietario della franchigia NHL dei Florida Panthers. Lo stesso Viola, però, ha affermato di non conoscere Zamparini.

Dal canto suo, il presidente del Palermo ha ammesso di aver dato l’ok ad una agenzia per andare alla ricerca di investitori, in particolare americani, ma di non aver ancora avuto contatti con i Viola, non nascondendo comunque la volontà di farlo in futuro.

Si è ancora in una fase di stallo, quindi. Ma una cosa resta sicura, americani o meno: il Palermo in estate dovrebbe perdere molti pezzi, sia pregiati che “antichi”. Maresca, Lazaar, Quaison, Vazquez, Djurdjevic e Sorrentino sono già sul piede di partenza. Bisogna rifondare la squadra e il budget sarà irrisorio, a meno appunto di eventuali ingressi in società. Se non si agirà per tempo, l’agonia verso la Serie B sarà stata solo posticipata. I supporters rosanero si augurano il contrario. Yes, we can.

Francesco Gugliotta

(Visited 99 times, 1 visits today)