Serie B Femminile: F. Nebrodi straripante, 7-0 al Catania e congedo col sorriso

Capo d’Orlando – Termina con una reboante vittoria il campionato della Femminile Nebrodi, che liquida con un perentorio 7-0 nel derby la Femminile Catania e, con una giornata di anticipo per via del ritiro del Castelvetrano, saluta la Serie B e il suo pubblico con tanti sorrisi. A decidere il match una tripletta della Buttaccio e le doppiette di Dragotto e Pizzino.

Penultimo turno di campionato nel girone D di Serie B femminile. Al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando va in scena il derby tra Femminile Nebrodi e Femminile Catania. Prima dell’incontro, targa commemorativa per Maria Luisa Filangeri, talento locale classe 2000 di Montelepre, reduce da una bella esperienza in Nazionale e premiata dal presidente del consiglio comunale di Capo d’Orlando, Gianfranco Timpanaro. Poi è solo calcio, con le padrone di casa che dopo nemmeno 1’ sprecano il vantaggio con Minciullo, che col destro sbaglia un rigore in movimento sparando fuori dopo un ottimo assist di Dragotto. Al 5’ risponde il Catania: scatto devastante della Coco che, in area di rigore, viene stesa. Per il signor Frosi è penalty ma dal dischetto Ndiongue apre troppo il piattone e manda a lato. Sul capovolgimento di fronte, al 7’, locali avanti con un bel pallonetto di Buttaccio che beffa Garritto in uscita per l’1-0. La reazione etnea non tarda ad arrivare e all’11’ ancora la Coco mette i brividi alla retroguardia di casa, salvata solo da un provvidenziale intervento con i piedi dell’estremo difensore Vitale. Al quarto d’ora le nebroidee perdono il loro capitano Minciullo per noie muscolari, al suo posto Pizzino. Al 27’ si rivedono le ospiti con la solita Coco, il cui destro viene ribattuto da Vitale. Al 30’ ancora le paladine sfiorano il raddoppio con Dragotto, che si beve tutta la difesa rossoazzurra e che vede il suo vellutato tocco da pochi passi respinto sulla linea dai difensori etnei. Al 34’ velleitaria conclusione da fuori di Furnò per le catanesi, Vitale abbranca in tuffo senza difficoltà. Un minuto più tardi, grande percussione centrale di Rigaglia, che col sinistro  centra il palo a Garritto battuta. Il 2-0 è solo rimandato, perché al 37’ Dragotto si inventa un tiro a giro sul secondo palo degno del miglior Del Piero che vale il bis locale. Il Catania cerca una piccola reazione al 43’ con la Ndiongue ma il suo tiro è facile preda dell’attenta Vitale. Il primo tempo non regala altre emozioni e si chiude sul 2-0 per le padroni di casa.

La ripresa si apre con le ospiti in avanti alla ricerca del gol. Serve una grande parata di Vitale per dire di no alla Ndiongue al minuto numero 53. La replica locale è affidata alla Di Piazza, che non riesce però a battere una reattiva Garritto. Al 60’, quindi, ecco il tris delle nebroidee con la Buttaccio, che sfrutta una bella imbucata di Cusmà e insacca il 3-0 bianconeroverde. Al 65’ arriva anche il poker con Buttaccio che scaltramente batte un calcio piazzato dal limite innescando la Cusmà, che regala alla Dragotto un pallone da spingere solamente in rete per la doppietta personale del 27 e il 4-0 orlandino. Le ragazze di mister Balleriano dilagano e al 71’ giunge addirittura il quinto gol, ancora con la Buttaccio, che con un diagonale mancino sigla il 5-0 e si porta a casa il pallone per la tripletta. Tra il 75’ e il 76’, quindi, fulminante doppietta della Pizzino, che grazie agli assist di Di Piazza e Buttaccio segna le reti numero 6 e 7 per la Femminile Nebrodi. Nel finale, prima la Buttaccio, poi la Cusmà e infine la Pizzino sfiorano l’ottavo gol, sempre negato dalla Garritto, autrice di grandissimi salvataggi. La Femminile Catania cerca di rendere meno amaro il passivo con la Coco, ma il destro ad incrociare dell’avanti etneo si spegne sul fondo. Non succede più nulla, l’incontro si chiude quindi sul 7-0 e può partire la festa per la Femminile Nebrodi, che nell’ultimo turno riposerà. Si conclude così una stagione strepitosa per le nebroidee, che finiscono nelle zone altissime della classifica. Per la Femminile Catania una brutta sconfitta che comunque risulta ininfluente ai fini della graduatoria: le rossoazzurre sono già salve.

Femminile Nebrodi-Femminile Catania 7-0

Marcatori: 7’, 60’ e 71’ Buttaccio (FN), 37’ e 65’ Dragotto (FN), 75’ e 76’ Pizzino (FN).

Femminile Nebrodi: Vitale, Raffaele (66’ Sanfilippo), Polizzotto (77’ Lazzara), Cusmà, Filangeri, Trassari, Rigaglia, Di Piazza, Buttaccio, Dragotto, Minciullo (15’ Pizzino). All.: Balleriano.

Femminile Catania: Garritto, Trombetta, Cinnirella, Fazio, Furnò, Iannemi, Suriano, Leonardi, Di Mauro, Ndiongue, Coco. All.: Scuto.

Arbitro: Frosi di Treviglio. Assistenti: Cicero e Testaì di Catania.

Note: Ammoniti: Dragotto, Rigaglia (FN). Espulsi: nessuno.

Angoli: 11-1 per la Femminile Nebrodi.

Recupero: 0’ pt; 0’ st.

Spettatori: 200 circa.

Francesco Gugliotta

(Visited 310 times, 1 visits today)