Solo 1-1 per il Siracusa a Gragnano, Savanarola risponde a Foggia. Arbitro protagonista: 2 rigori e 4 espulsioni

Gragnano – Pari che sulla carta non serve a molto al Città di Siracusa, ma che visto l’andazzo del match si rivela prezioso per gli azzurri. Partiti malissimo, infatti, gli aretusei subiscono il forcing del Gragnano che trova il vantaggio dal dischetto con Foggia. Da segnalare solo un palo di Palermo nella prima frazione. Nella ripresa Sottil scuote i suoi, ma il neo entrato Dezai nel giro di 12 minuti si becca un doppio giallo e lascia il Siracusa in 10. Giordano e compagni trovano il pareggio nel finale, sempre su rigore realizzato da Savanarola, e a seguire i gialloblù restano in 10 per le proteste di Foggia e Vitiello ai quali il sig. Meraviglia di Pistoia sventola il cartellino rosso. Questa la cronaca dettagliata del match. (foto Salvatore La Marca)

PRIMO TEMPO: Parte fortissimo il Gragnano che già al 7’ va vicinissimo al vantaggio: Foggia viene lanciato verso la porta aretuseo, prodigioso D’Alessandro in uscita ad anticipare il numero 9 avversario. Al 17’ il vantaggio campano: Martone viene atterrato in area da Barbiero e per il sig. Meraviglia è rigore, forse un po’ generoso. Dal dischetto il solito Foggia non sbaglia, è 1-0. Intorno al 20esimo padroni di casa vicini al raddoppio: Carfora sfonda sulla fascia e pennella in area, Mascolo in tuffo di testa non riesce a gonfiare la rete. Al 26’ Siracusa sotto shock e ancora una volta gli uomini di Coppola vanno vicini al raddoppio: Foggia alza la testa e cerca l’imbucata per Mascolo, il fantasista clamorosamente da ottima posizione spara alle stelle con Carfora in ottima posizione. Due minuti più tardi si affacciano avanti gli azzurri, ma il tiro di Giordano dalla lunga distanza viene bloccato in sicurezza da Salineri. Al 43’ Siracusa sfortunato: uno-due tra Palermo e Gallon, con il giovane centrocampista che prova il tiro e a Salineri battuto colpisce il palo interno. Finisce così la prima frazione, Gragnano-Siracusa 1-0.

SECONDO TEMPO: Al 56’ proteste aretusee: il nuovo entrato Dezai, già ammonito, crolla in area avversaria e per il direttore di gara è simulazione. Doppio giallo per il rapido attaccante ex Akragas e doccia anticiata. Al 78’ rigore per il Siracusa: Perinelli crolla su Catania, questa volta per il fischietto toscano non ci sono dubbi ed assegna il rigore. Dal dischetto Savanarola non sbaglia e realizza il suo primo gol siracusano, è 1-1. Proprio sul fischio finale, Ricciardo riceve palla dentro l’area, la controlla bene e da buona posizione tenta la girata, tiro debole bloccato dal numero 1 gialloblé. Pochi istanti dopo sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio: Leone controlla la sfera sul limite e prova la botta mancina, mira imprecisa. Finisce così, Gragnano-Siracusa 1-1.

IL TABELLINO

GRAGNANO (4-3-2-1): Salineri; Baleotto, Loreto, Gargiulo, Perinelli; Vitiello, Martone, Di Ruocco (87’ Pagano); Carfora (90’ Panariello), Mascolo (58’ Leone); Foggia. A disp.: De Marino, Savarese, Cannavacciuolo, De Stefano, Di Vuolo. All. Coppola.

SIRACUSA (4-3-3): D’Alessandro; Barbiero, Orefice, Vindigni, Santamaria (73’ Sibilli); Palermo, Spinelli (57’ Savanarola), Giordano; Catania, Ricciardo, Gallon (46’ Dezai). A disp.: Viola, Dentice, Porcaro, Marghi, Trofo, Arena. All. Sottil.

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia (Bruni-Laudato).

MARCATORI: 17’ Foggia, 78’ Savanarola.

NOTE: ammoniti Spinelli, Loreto, Vindigni, Martone, Ricciardo, Gargiulo, Perinelli, Salineri, Dezai. Espulsi: al 56’ Dezai per doppia ammonizione, al 79’ Vitiello e Foggia per proteste. Allontanato anche il tecnico Sottil al 62’.

Dario Li Vigni

(Visited 194 times, 1 visits today)